19 settembre, 2008

Il Narcisista



Una delle caratteristiche principali dello Stalker è il narcisismo.
Prende il nome dal mito di Narciso, un uomo che, specchiandosi nelle acque, si compiaceva della sua bellezza, restando prigioniero di se stesso e invischiato in un rapporto fusionale con la sua immagine. Nel mito Narciso fugge, non si concede a chi lo ama e soffre per lui. E’ autonomo, mostra di non aver bisogno di nessuno e di non accorgersi degli altri, che elude puntualmente…

I narcisisti sono di solito intelligenti, simpatici, geniali, eloquenti, incantatori, desiderosi di conquistare tutti e molto sicuri di sé.

Sono persone che attraggono e conquistano, ma dalle cui storie si esce spesso ‘massacrate’.

Si dice che viviamo in una società affetta dal narcisismo, dove il soddisfacimento immediato e lo sfruttamento interpersonale costituiscono il fine primario.

Uomini e donne possono essere ugualmente narcisisti, ma mentre le donne, per ragioni storico-culturali sono portate a smussare i loro tratti caratteriali perché culturalmente più bisognose e attente alle relazioni sentimentali, gli uomini invece, trovano nel lavoro, nella carriera e nel successo, la sicurezza e la soddisfazione personale.

Non sentono la necessità di smussare il loro carattere all’interno della relazione e vengono accettati maggiormente per quello che sono.

Ma come si riconosce un narcisista?

 Innanzitutto bisogna diffidare delle apparenze, ossia dall’uomo “troppo”: troppo brillante, simpatico, intelligente, spiritoso, galante…"troppo" perfetto per essere vero!

 Un narciso un giorno ti fa sentire una regina e un altro ti mortifica e critica aspramente oppure t’ignora completamente.

 Ti accusa apertamente di qualcosa, giocando il ruolo della vittima o di chi non ha alcuna responsabilità nella faccenda.

 Cammina per strada alcuni passi davanti a te.

 Osteggia qualsiasi tua decisione o iniziativa per il solo fatto che è partita da te e non da lui.

 Quando è in compagnia, vuole stare al centro dell’attenzione e ti relega al ruolo di semplice spettatrice.

 Nei piccoli gesti quotidiani, soddisfa le sue esigenze personali anziché quelle di entrambi.

Non solo. Il narcisista (o narciso) mette in atto una serie di condizionamenti che paralizzano la partner, mettendola in uno stato di incertezza e tenendola in suo potere in maniera sadica.

Un narcisista è meglio averlo come amico che come partner!

Oggi viviamo purtroppo in una società in cui l’autonomia è considerata più importante della responsabilità morale. L’eroe sembra essere chi vive le relazioni senza impegno e senza preoccupazione per il benessere della partner.

Il narciso vuole piacere alla gente, essere ammirato e gratificato.

Chi vive al suo fianco – parlo della partner - è spesso il capro espiatorio dei suoi stati d’animo. Se il narciso si sente troppo “legato” a lei o se la sente troppo forte, si vendica colpevolizzandola e attaccandola apertamente oppure richiudendosi nel silenzio e nella passività per ristabilire la sua supremazia di potere.

A volte sceglie una donna forte per poterla rendere debole, e quando lei diventa debole, non prova più alcun interesse nei suoi confronti.

Con i narcisisti difficilmente s’instaura una relazione in cui l’uno dipende dall’altro per lo sviluppo delle rispettive potenzialità. Il narciso è diffidente, rende la compagna insicura e la svaluta, fa di tutto per ingelosirla…E’ un rapporto davvero frustrante!

Il narcisista attrae donne dipendenti. Il fatto di essere un uomo “perfetto”, dà loro l’illusione di poter instaurare un rapporto di condivisione totalizzante.

Un narciso ha un rapporto alla pari solo con un altro narciso, ma è un rapporto alla lunga difficile.

Pensare di poter cambiare un narcisista è come un gioco al massacro (il proprio, però!). Egli desidera soltanto che la sua partner si adatti a tutti i suoi desideri. Sempre sulla difensiva, nel timore di darle troppo potere, è insofferente e permaloso. Non sopporta di essere criticato e reagisce in modo rabbioso anche per un appunto banale che lei gli fa.

Il narcisista è imprevedibile e ama stupire. Ha una grande capacità di cogliere i punti deboli degli altri e di farli notare.

La sua attività professionale, soprattutto se brillante e autonoma, costituisce l’aspetto predominante della sua vita perché gli dà la possibilità di dimostrare quanto vale.

Ha una forte tendenza a usare gli altri per ottenere ciò che vuole e quando non ottiene ammirazione, mette in atto giochi di potere per sentirsi più forte e lo fa o seducendo oppure denigrando e accusando chi non lo ammira o non la pensa come lui.

Vive in perenne competizione con gli altri, nel timore che qualcuno lo superi o sia migliore di lui.

http://escialloscoperto.blogspot.com

135 commenti:

  1. che dire ..............ho sposato uno di questi

    RispondiElimina
  2. e cosa succede quando la partner,non essendosi fatta mettere i piedi in testa e avendo mantenuto le distanze durante la 'relazione'(tutto questo perchè ha capito che è un narcisista),nel momento in cui lui tenta di attaccarla riesce a spiazzarlo colpendolo nel suo 'orgoglio narcisista'?ad esempio riassumendo in poche righe il suo comportamento e i suoi problemi,che lui stesso sa di avere(ma di cui cerca di scaricare la colpa sugli altri).Il narcisista a quel punto cosa prova per la partner?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi sono lasciata da qualche mese con un narcisista.
      Mi ha distrutta e massacrata, la mia vita con lui è stata un inferno.
      Ma fortunatamente per me ho trovato la forza di uscirne e ora sto ricominciando a vivere la vita!!!!

      Elimina
    2. niente purtroppo perche il narcisista non ama non prova sentimento. prende atto che il partner lo ha spiazzato e poi continua in un altro modo per controllo. anche cercando altre per suo bisognio continuo di ammirazione, ma anche con queste altre non e mai amore.

      Elimina
    3. risposta difficile ma reazione prevedebile...la narcisista.. e il caso della mia ex partner..si infuria..senza farlo vadere..lo allontana in quanto e una mic'naccia nche potrebbe rivelare la sua debolezza...la sua mediocrita...la sua immaturita.. insomma e difficilissimo.. ma penso che sia giusto non soccombere..ed essere reaittivi in modo giusto equilibrato...e mettere tutto nelle mani di Dio.. e il mio caso di ieri....una ex narcisista.. un abbandono improvviso..senza apparenti motivi... un piombare in un limbo da cui e difficile risalire.. forse ho bisogbno anch io di sapere come comportarmi...vorrei sbagliarmi... ma vedo poche soluzioni..se non che un miracolo... o un essermi sbagliato totalmente... Dio mi aiuiti..e aiuti anche te.. un consiglio. : se via capita una nuova partner..mai soccombete a lei..prima che vi vampirizzi... e che vi tolga il sangie ,l energia e la voglia di vivere... Ore.. che amava may...

      Elimina
    4. Da narcisista ti rispondo cosa faccio io quando qualcuno mi fa notare i " difetti". Mi allontano senza rimorsi consapevole che la persona in questione si mangerà le mani per aver osato attaccarmi. A noi interessa poco se a starci vicino sia una persona piuttosto che un'altra. La differenza la facciamo noi. E' quello che faccio quando qualcuno prova a cercare di farmi sentire un'idiota. ma da persona intelligente quale sono, poiché sono in terapia , capisco che non è il comportamento adatto. Ma purtroppo per chi vive a stretto contatto intimo con noi, dico che non esiste via di attacco. Se abbassiamo la testa , a voi sembra che lo facciamo per umiltà, in realtà stiamo solo prendendo la rincorsa per colpire più forte quando meno lo aspettate.

      Elimina
  3. Il Narcisista di solito non ama avere un rapporto alla pari con la partner perciò predilige donne dipendenti che può facilmente dominare.
    D'altrone, una donna che ha una buona autostima, che ci trova in un uomo così?....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' facile parlare quando una situazione non la si vive.
      Io sono forte di carattere e ho sempre avuto forte autostima.
      Ma il mio ex con grande maestria e modi da incantatore ha fatto crollare tutte le mie certezze.
      Ma uscirne si può, io ce l'ho fatta e ho ricominciato a vivere!!!

      Elimina
    2. Una donna forte che c trova in un poveraccio del genere? Parole sante!

      Elimina
  4. esco fuori da una relazione extraconiugale con un narcisista, dopo avermi ammaliata a tal punto da farmi completamente mettere nella sue mani, per uno sciocco litigio..proprio quando avevo deciso di separarmi da mio marito..mi ha lasciato gettandomi addosso colpe assurde, guardando esclusivamente a ciò che n on ero riuscita a dargli e dimenticando tutto il bello ed il livello di profondità raggiunto.
    Ci sono stati riavvicinamenti poi conclusisi malamente non appena io manifestavo ancora il mio amore.
    Mi ha schiacciata, umiliata senza pietà e senza rispetto per ciò che è stato..Ora sono distante..ma lui è stato talmente "perfetto" che non riesco, nonostante il dolore profondo che mi causato, a dimenticarlo..in cuor mio è come se sperassi ancora...ma come è possibile comportarsi così..dire il giorno prima "dai..che ti sposo"..ed il giorno dopo lasciarmi perchè io ho detto in una litigata "ma io nel rapporto dove sono?"..
    Lui si è assolto completamente, è stata tutta colpa mia, anzi lui adesso è anche vittima del mio non rassegnarmi.
    Ho bisogno di un conforto..o di parlare con qualcuno che ha avuto la stessa storia..
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, io ho lasciato il mio ex convivente a 5 mesi dalle nozze perchè essendo un narcisista con Lui non era più possibile vivere.
      MI ha annientata, massacrata.
      Un giorno ero la sua principessa e il giorno dopo mi disprezzava.
      Capisco benissimo cosa provi, ma sappi che a perderlo sei solo tu che ci hai guadagnato non Lui.
      Io piano piano ne sto uscendo ma mi rendo conto che Lui ha condizionato la mia vita nell'ultimo anno.
      Ciao

      Elimina
    2. Forse è un po' tardi...vista la data ma ti rispondo ugualmente... Io ho avuto la tua stessa identica esperienza, e per quanto sia difficile credere purtroppo è così... loro non "sentono" sono schermati, bisogna comprendere che è come ostinarsi a voler pretendere da un cieco di guardare il cielo e vederne il colore...IMPOSSIBILE!!!

      Elimina
    3. Tale e quale alla tua vale scordato non vale la pena si soffre e basta ....

      Elimina
    4. leggo le tue righe.....e sembrano esser scritte da me che ho vissuto esperienza simile...

      Elimina
    5. Loro fanno cosi', vogliono
      Tenerti in pugno ma con le loro regole, senza mai assumersi troppe responsabilita'.Quando tu chiedi di piu' ti scaricano con scuse assurde, degne di un film di fantascienza.Ma poi quando gli passa gettano di nuovo l'amo
      Per vedere se il pesce abbocca ancora! Tutto gli e' dovuto!E se nn ti va bene , lunghi periodi di silenzio. Questo e' tutto.

      Elimina
    6. Ciao anche io ho avuto un'esperienza analoga alla tua, loro nn vogliono prendersi delle responsabilita' devi stare alle loro regole, vivere come loro hanno deciso per te.Il mio aveva la pretesa di tenere il piede in due scarpe, la compagna ufficiale , e la donna che lo attraeva sessualmente, io.Un giorno ho detto basta , o lei o me! Sono sei mesi che appare e scompare , fa telefonate mute, alcune in cui parla e ha la pretesa assurda che tutto torni come prima.Per me nn c'e' recupero, io nn lo amo piu' mi e' scaduto in tutti i modi possibili, un uomo che mi mette da parte per un'altra nn fara' piu' parte della mia vita!Donne , ribelliamoci!!!!!

      Elimina
    7. .... ti posso solo dire questo... cerca di distrarti in tutti i modi per non dover sempre pensare a lui... e piano piano dimenticalo.... pens soprattutto ale tante volte che ti ha ferita col suo comportamento contraddittorio....

      Elimina
    8. Lisa io ci sono ancora dentro, anche se sento che vuole lasciarmi, così, senza un motivo o una ragione. Ti leggo solo adesso, dopo 3 anni da quando hai scritto. Come posso contattarti? Vorrei tanto sapere se ce l'hai fatta perchè io, nonostante tutto quello che mi ha fatto, le svalutazioni continue, nn riesco a pensare di nn vederlo più.Spero tu mi legga e mi risponda. Grazie, Lisa. (guarda caso, mi chiamo come te...)

      Elimina
    9. "relazione extraconiugale con un narcisista".. per la serie quando uno se le va a cercare..

      Elimina
    10. mia cara. io sono l'amante di un uomo da circa 8 anni e mezzo, e solo ora credo di aver capito che è un narcisista, perché, leggendo i "sintomi" del narcisista su internet in sezioni di psicologia, li ho riscontrati tutti.
      da soli due giorni dopo averlo offeso gli ho detto che è finita, e sai qual è la cosa più assurda? che io spero solo che lui mi cerchi ancora, nonostante non abbia mai voluto dirmi cosa sono per lui.

      Elimina
    11. Io esco da una storia cosi, pero la narcisista era una lei. Rassegnati, non vale la pena starci male. Mi e passato uguale uguale a te. Il giovedi ero un eroe, il venerdi una merda. E senza un motivo.

      Elimina
    12. Ha fatto bene

      Elimina
    13. Anche io ho avuto una esperienza con un narcisista. E dopo 5 anni e con un figlio in grembo ho capito. Grazie a Internet ho trovato la risposta. Prima ero nella nebbia nella disperazione nella rabbia nella umiliazione nella morte della mia anima come donna madre ed essere umano. Dobbiamo rinunciare al sogno di amore che ci ha fatto vivere anche se solo per pochi istanti, perché quel sogno che ci fa dire "ma come? Come è possibile? Come ha potuto?" NON ESISTE e Non è mai esistito era una illusione e una cattivo imbroglio. Come la tela di un ragno che dopo imbrigliare si rompe. Lo scopo e imbrigliare. Possedere sottomettere. E questo non è amore, ne rispetto. Rieduchiamoci all'amore e al rispetto.stiamo con persone buone che rispondono ai nostri messaggi e che hanno un livello comunicativo ed empatico normale. Stare con psicopatici del genere causa ferite. Dobbiamo curarle. Anzi forse loro mettono proprio il dito nella nostra piaga già preesistente. E allora cogliamo l occasione per amarci davvero. E abbiamo gratitudine per avere l opportunità di diventare noi un po più narcisista ;). Dobbiamo ricordarci ogni giorno del loro vero volto. Della loro faccia completa a 360 gradi delle loro meravigliose qualità cui soggiace la loro perversa crudeltà.

      Elimina
  5. Il narcisista nega a se stesso i sentimenti che prova, ciò che prova è vero ma é vero in quel momento lì il giorno dopo é già un'altra cosa. E' una persona impermeabile che difficilmente si lascia "invadere" dall'altro, da qualcosa di diverso che può essere occasione di arricchimento per se stesso e per l'altro.
    Purtroppo si perde tante belle occasioni di vita!
    Il narcisista va vissuto e accettato per quello che é: spot, una compagnia brillante e piacevole ma il giorno dopo non esiste.
    Tu soprattutto non esisti mai! O meglio esisti ma ha bisogno di demolirti perché ha bisogno di ristabilire il suo equilibrio.
    Questo é ciò che ho capito della mia esperienza con un narcisista, lo comprendo perché conosco il suo vissuto di bambino che ha determinato in lui problemi di attaccamento/abbandono che lo portano a vivere relazioni che non sono delle relazioni perché una relazione non la sanno né creare né continuare, viaggiano sulla negazione e tu finisci, tuo malgrado, ad essere controllata in una "relazione" inautentica.
    E' vita?
    Sono persone che si possono capire e forse non sanno quanto li comprendiamo, non gli danno il giusto valore ma ciò non li giustifica.
    In bocca al lupo

    RispondiElimina
  6. Non è proprio del tutto così con i narcisisti, cmq.
    ho avuto un paio d'amiche stranamente narcisiste, una di tipo istrionico, l'altra tipo standard.
    come regola molto belle,ma come
    riflessione dopo un'amicizia " da evitare" !!!!! Non sarebbero proprio cattive ma sono sempre in uno stato di difesa per il quale non possono
    aprire più di tanto la loro porta salvo quando non giustifichino su una certa convenienze lontana dai
    sentimenti nei contatti prolungato con gli amici.
    SAREBBE LUNGO IL DISCORSO ma MI FERMO QUI CIAO

    RispondiElimina
  7. Ho conosciuto un uomo cosi avevo appena perso mia madre ero debole emotivamente mi ha fatta innamorare poi quando io sono toranta la donna indipendente di prima mi ha fatto morire distuggendomi dicendo che ero solo un amica ma tenta sempre di riagganciarmi come si lascia con la sua attuale compagna ogni settimana praticamente sto soffrendo moltissimo perchè ho una forte dipendenza affettiva da lui ma devo tenere duro e non caderci piu

    RispondiElimina
  8. Ho avuto una relazione durata 5 anni con un autentico narcisista. Mi ha demolito, massacrata emotivamente e sto adesso tentando duramente di uscire fuori da questo "delirio".
    E' stato devastante. Sto soffrendo moltissimo perchè ho anch'io una forte dipendenza affettiva da lui ma anch'io ho deciso che devo tenere duro e non farmi più coinvolgere

    RispondiElimina
  9. 15 anni!Maturi entrambi e sposati,io con 2 figli, lui no.E' stato il mio secondo uomo,dopo mio marito, un colpo di fulmine a 42 anni.Sono stata subito gelosa di lui, dopo pochi giorni che lo frequentavo, sentimento fino ad allora sconosciuto per me.Ho avvertito subito qualcosa di strano in questo rapporto,ma che non riuscivo a definire.
    Lui uomo piacente, simpatico,affermato nel suo ambiente,mi ha raccontato subito le sue sfortune in amore, sempre per colpa delle donne, ma nello stesso tempo mi ha innestato la gelosia.
    Non mi sentivo amata, ma ero pazza di lui.
    Ho sospettato fin dall'inizio che avesse altre donne, non avevo la prova certa, ma arrivavano squilli del telefono anonimi,molte bugie da parte sua, di ogni genere,lui ha sempre negato, anche l'evidenza, dicendomi che ero pazza, che mi inventavo le cose.
    Mi ha lascita, mi ha svalutata e offesa per la mia gelosia.L'ho lasciato mille volte e altrettante siamo tornati insieme,non ho mai risolto niente,non è mai cambiato niente, più lo cercavo più mi umiliavo.
    Anche lui è tornato a cercarmi, diceva di amarmi, dopo qualche giorno eravamo daccapo.
    Ora, dopo 15 anni di tormenti, dolori,l'ho lasciato ancora perchè ho scoperto sulle sue mail messaggi ad altre donne e una lettera proveniente da un blog con foto da parte di una ragazza giovane,straniera , russa,che cercava contatti con uomini.L'ho lasciato di nuovo con tutte le intenzini di non rivederlo più!
    Il dolore è tanto, per avere sprecato 15 anni della mia vita con un uomo mai riconoscente,
    superbo, tirchio,................

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggo i vostri post e mi sembra di rileggere in ognuno pezzi della mia storia. Anche io reduce da una storia di tre anni con un narciso. Quando l ho incontrato, pensavo di aver trovato il principe azzurro: bello, simpatico, brillante, affermato professionalmente, sensibile, estremamente affascinante...e completamente pazzo di me. Mi ha scelta come "la donna dei suoi sogni" fin dall inizio...e allora erano regali, cene romantiche, fine settimana di miele...salvo qualche piccola avvisaglia tipo commenti un po troppo sarcastici su un certo mio modo di vestire, o di cucinare;qualche frasetta terroristica come il fatto che tutte le donne che erano state con lui le avesse tradite tutte... in poco tempo mi sono trovata intrappolata in una relazione dove piu mi svalutava, piu mi affannavo a riempire le mancanze che lui mi attribuiva e a sentirmi colpevole e frustrata, perche qualunque cosa facessi non era mai quella che lo appagava. piu mi piegavo per cercare di essere chi voleva, piu diventava ostile, anafettivo, bugiardo...piu sentiva di avermi in suo potere, piu mi faceva sentire impotente, inutile, intercambiabile con chiunque altra. I tradimenti, anche se sempre negati, diventavano sempre piu palesi, gratuiti...mi trattava come una pazza, paranoica, nemmeno quando ho aperto la porta di casa e l ho trovato con una tipa che stava seduta mezza nuda sul divano, ha ammesso. Ne io ho deciso di dire basta. E di fatto, quando ha capito che dopo qualche giorno di rabbia, tanto comunque tornavo a cercarlo, tradimenti, umiliazioni, abbandoni erano diventati all ordine del giorno. Tanto bastava fare un minimo gesto, ed io ero sempre li, pronta a tuffarmi tra le sue braccia, come un drogato che non vede l ora di mettersi la sua dose. Naturalmente dopo i primi frizzi e lazzi della riconciliazione, la danza macabra riprendeva il suo ritmo... lui sempre piu sadico, freddo, umorale e anafettivo, io sempre piu disperata, fragile, insicura...mi ero ridotta ad essere il fantasma di me stessa. Gli ultimi mesi, uno strazio: ripenso a me sul pavimento a piangere singhiozzando disperata, alla sua non empatia...mi sono sempre chiesta come facesse a non sentire minimamente la sofferenza che stava causando alla persona che diceva di amare...

      Elimina
    2. è incredibile! è lo stesso uomo che ho avuto io ... io nn sono mai stat gelosa mai! e con lui sono quasi diventata peggio di una stolker. 4 anni e mezzo, i primi due credevo fosse la persona più sincera del mondo, mi fidavo cecamente e poteva avere amiche, uscire con colleghe .. poi iniziai a divenire diffidente per certe cose che nn quadravano, poi inziai ad indagare ed indagare e più indagavo e più scoprivo e quando mi feci dare per forze maggiori le sue pw scoprii che corteggiava chiunque, lo chiamava un gioco sul net, ma nella vita reale era evidente che mentiva e lui negava tutto anche l'evidenza! due anni e mezzo di pura follia! la mia! quando supponevo tradimenti mi prendeva per matta, io ne ero sicura ma lui mi manipolava a tal punto che credevo fossi io davvero quella sbagliata, credevo che le mie fossero elucubrazioni mentali, mi umiliava, mi snobbava, mi criticava e più ero gelosa e più mi trattava male, ma allo stesso tempo mi teneva legata. finchè tutto poi uscì alla luce del giorno, nn poteva più mentire. un mitomane credetimi, superbo e tirchio!solo aver scoperto il narcisismo come patologia, dopo aver studiato su testi universitari questa tendenza borderline e solo dopo aver visto e sentito grazie alla mia ostinazione ed all'aiuto di chi come me è caduta nella sua trappola, mi ha poi salvato! e' la consapevolezza profonda del loro essere l'unica cosa che può distoglierti dall'attacamento affettivo non nei loro confronti ma nei riguardi dell'immagine che ti hanno propinato, nella finzione a cui ti hanno abituato, nell'essere umano che nn esiste e che tu volevi che fosse, che loro sanno che vuoi e che ti hanno rifilato! manipolano, mentono, giudicano, umiliano, ti uccidono. in america si chiama trauma da TDN (trauma da narcisista) è la patologia che questi soggetti infondono nel parter, è deleteria, ti svuota, ti rende dipendente, ti cambia fino all'annullamento. se credete di avere a che fare con un narcisista e se credete di esserene affetti andate da uno psicoterapeuta, nn siete sbaglite/i siete solo malati. allontanateli e curateli se vi è possibile!

      Elimina
    3. Due anni e mezzo trascorsi cn un narcisista... E' difficile uscirne e io sn in psicanalisi adesso...

      Elimina
  10. ne ho sposato purtroppo uno........il profilo è perfetto e purtroppo anche la realtà se ne esce anzi se ne fugge.....e tu rimani a pezzi massacrata ......e con figli che ti legano per sempre a questo personaggio che ne anche mai ti ha vista.......ma solo distrutta che cerchi di raccogliere i pezzi e uscire da un tunnel di potere e vedi lui nel suo falso splendore senza neanche un piccolo graffio come se niente fossa mai esistito con una freddezza e indifferenza da paura......viene veramente messa a dura prova la salute psicologica della partner che quando si rende conto che qualcosa non và è già troppo tardi ci sei dentro fino al collo e tutti i tentativi di far comprendere sono vani ....anzi vieni umiliata derisa ......se ne esce solo a pezzi e purtroppo è facile innamorarsene sono grandi seduttori ti portano alle stelle e poi.....all'inferno......vale

    RispondiElimina
  11. Saluti a tutti
    purtropp i sitiin Italian in materia sono ancora un po carentio
    se il vostro inlgese e buono viconsiglio di cercare qui http://shrink4men.wordpress.com/
    eper gli uomini ( sono uscito da una relazione con una ragazza ce soffre di Narcissistic Personality Disorder e che mi ha praticamente messo in ginocchio) questo sito mi ha aiutato ad uscirne velocemenyte o meglio piu velocemente del previsto facendomi capire esattamente come uscire dalla trappola psicologica di un Narcisista.
    I oro perceh e meccanismi sono esemplificati e analizzati permettondovi di razionalizzare quello che razionalizzabile non sembra.
    Cercate Abusive Narcissist su google e vedrete cosa esce
    in USA e gia considerata una patologia.
    Piu avanti?Esagerati?
    Considerando quello che mi e costata la mia appena passata relazione non direi..
    Peppino il sopravissuto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci puoi fare un esempio concreto?

      Elimina
    2. Ma almeno parla italiano

      Elimina
  12. come si punisce un narcisista??come lo si tiene in pugno??sono un donna forte ed ormai l'ho inquadrato..mi divertirebbe vederlo in difficolta'..gia' lo faccio un po'e mi odia adesso ho sovvertito i ruoli,sono io la cacciatrice lui si nega al confronto..l'ho rifiutato sessualmente per umiliarlo ma ora voglio finirlo..

    RispondiElimina
  13. Non si punisce un narcisista. L'unica cosa che puoi fare è ignorarlo.
    Qualsiasi cosa tu faccia, per vendicarti, per punirlo, per metterlo in difficoltà lui la utilizzerà contro di te, perchè è abile e subdolo. L'unica vera arma è tirarsene via, uscire dal suo gioco "perverso" e lasciarlo solo con la sua " patologia" o con un'altra "vittima" che nel modo più assoluto non devi essere tu. Dai narcisisti bisogna solo fuggire! Qualsiasi legame o rapporto con loro, diventa falso. Bisogna solo sperare che si accorgano di essere malati e che si curino.

    RispondiElimina
  14. che dire ...io pensavo di costruirci un futuro , con uno così, e sto li a rovellarmi e capire , perchè mi teneva sul palmo di una mano , diceva che mi ammirava, gli piacevo perkè io mi facevo tutto da sola ....mi diceva tante cose , ma alla fine mi sono accorta , che le cose erano solo dette o scritte via sms, tanti ti amo , ma poi ogni volta che c'era una discussione lui mi lasciava fuori , mi urlava contro e chiudeva il telefono in faccia, e io dovevo aspettare che gli passasse e chissà cosa faceva in quei gap, da me illusa interpretati come RAbbia,e io li a mandare mail , a piangere e dire cosa posso fare. due mesi fa ho anche scoperto che all'inizio e durante la nostra storia , mandava mail , a donne tirate fuori da siti come meetic e cavolate varie , dove lui si dipingeva come il super brillante dottore con una casa una moto e una vita fantastica da voler condividere con una donna,,,,il suo amo ....a cui io piccola ho abboccato ...ma non per la sua casa o i suoi soldi , ma perchè io amato lui , la sua anima , ma il mio amore è stato dato per scontato.. ho capito che si è sempre fatto i fatti suoi ..e come l ho capito?
    la scorsa settimana , dopo che abbiamo deciso di convivere, dopo soli 15 gg , mi ha sbattutto fuori casa perkè ho detto che sapevo delle sue amichette su fb, una cosa che si avrebbe fatto arrabbiare si , ma non reagire come un cane rabbioso , mi ha sbattutto fuori casa , come una pu!"£ ,alle 9 di sera, giuro , mi ha offeso , mi ha urlato contro , e battutto le mani per dirmi quant'ero stupida perchè avevo rovinato tutto , che piangevo , che sarei tornata come tutte le volte chiedendo scusa, mi ha anche aggredita verbalmente , dicendo ke se non fossi andata via e smesso di urlare mi avrebbe preso a schiaffi , mi ha spinta , mi ha offesa , e come se sniente fosse metre caricavo le mie cose in macchina è andato a mangiare il sushi con i suoi amici 15 anni più piccoli di lui ,a fare il giullare , senza un minimo di cuore , si perchè il signore che si è dimostrato ,ama avere amici e amikette più giovani a 40 anni!
    l'indomani sono andata a riprendere il resto delle mie cose, ne un scusa , ne un abbraccio , ne un parliamo , ma un =vuoi dei sacchetti?, mi seguiva , per vedere se avevo finito di prendere le mie cose , e nel mentre parlava con nonchalance al telefono, mentre sorseggiava la sua birra e preparava la cena , me ne sono andata addio e sii felice ho detto,cancellato da fb , telefono ....ma non riesco a cancellare il dolore che ho dentro , per aver permesso a me stessa di poter immaginare di avere un futuro con un dottore peter pan 40enne ....
    ora aspetto un ciclo , spaventata da una visita ginecologica dove mi è stato detto ma non è che sei incinta!?
    in questi 5 gg , spero di chiudere definitivamente il capitolo , fa male , ma leggere questa pagina mi ha tirata su ...!
    lui , non starà male , me lo posso già immaginare a fare il suo ape con qualke ragazzetta di 20 anni , a fare lo sbruffone sulla sua moto , ma di certo io non esisto già più e se parlerà di me ,,,sarò l'ennesima psicopatica ex , ma come ho detto a lui ....tutto il male che si fa ritorna sempre e inevitabilmente indietro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sembra la mia storia....

      Elimina
  15. anche io faccio parte del gruppo delle"ammaliate"da un uomo fortemente narcisista...mi sento come un' alcoolista che racconta la sua storia di dipendenza davanti ad una platea dell'anonima alcoolisti!
    Si perchè è una dipendenza psicologica quella che permette una relazione con un uomo così,nessuna differenza con la dipendenza da una sostanza alcoolica o stupefacente.Nessun essere,per nessun motivo al mondo,potrebbe permettersi tutti gli atteggiamenti,le provocazioni,le umiliazioni,le assenze,le messe al muro che che questi individui esercitano sulla propria compagna.
    Ho amato per quasi cinque anni con tutta me stessa,con tutto il trasporto possibile quest'uomo che mi aveva ammaliata in un momento terribile della mia vita e che credevo fosse stata la cosa più bella che mi fosse capitata....si è rivelato un boomerang di dolore e umiliazioni che con le parole non ho capacità di descrivere.Leggere le esperienze degli altri da solo dignità al mio dolore e soprattutto alla mia persona,perchè capisco che quello che è capitato a me è frutto di una malattia di un essere che ha attecchito in una mia debolezza "il bisogno d'amore"!
    Spero solo che tra alcuni anni rileggendo queste righe potrò riuscire ad essere distaccata.

    RispondiElimina
  16. il loro pensiero e' vulnerabile nella distanza di un secondo...il silenzio e l'isolarsi e' l'unica arma che hanno per difendersi...non vivono in quel momento non esistono non ci sono e se ci sono devono mascherarsi con te,ascoltateli e sentirete solamente l'eco delle loro parole,vuote e prive di senso!chiedete a loro chi sono,non vi sapranno rispondere,perche' loro sono e sono l'altro e l'altro ancora ma mai loro stessi...perche' loro stessi sono tanti pezzetti di vetro sparsi nelle strade che percorrono,quando si rigirano da te che sei il suo riflesso loro si fanno in mille pezzi...credo che sia devastante come situazione,credo poi che chi cade con un narcisista cerchi solamente amore(perche' in realta' sembra che loro ne abbiano da vendere)io vi dico prima di tutto amate voi stesse amate la vostra vita e nn attigente da colui che e' privo di amore se volete avere una relazione con lui sappiate che non arrivera' mai nel profondo dei vostri bisogni...(nessun uomo e' capace)...loro sono uomini che non hanno conosciuto se stessi e ti conosci veramente quando sei amata,perche' quando sei amata sei libera loro non sono liberi e quando sei libera ami!a tutte voi dico CORAGGIO...amate la vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bel pensiero. Credo che tu abbia perfettamente ragione ed è per questo che odio me stessa così tanto, non posso amare gli altri o non essere egoista se non mi accetto (e non credo lo farò). A tutti quelli che vivono con un narcisista o sono suoi familiari auguri! So quanto soffre la mia famiglia... e spero che voi possiate andare avanti anche con queste ferite dolorose che vi infliggono. Io, da parte mia, so solo che non sono in grado di essere qualcosa e sto facendo male a tutti. Vorrei solo non essere nata per non dover tentare di cambiare tutto per non fare del male agli altri.
      Il mio consiglio è se conoscete qualcuno simile allontanatevi a poco a poco. Tanto non serve cercare di salvare una persona che non riesce a tenersi in piedi da sola.

      Elimina
  17. Cosa succede se si è entrambi narcisisti nella coppia??

    RispondiElimina
  18. Domanda alla quale è difficile rispondere in positivo, per il semplice motivo che i rapporti (con o tra ) i narc. difficilmente durano, per tutta una serie di motivi della loro personalità, salvo il fatto non ci siano interessi materiali come soldi o compromessi, che sormontanto (o negano) la volontà di se sessi di scappare .
    Siamo un pò ai confini della realtà,(sempre per chi ha un piccola infarinatura di psic.)non per loro, siamo chiari.
    Nonostante questo la narcisiste per il loro fascino quasi esagerato "che solo loro hanno" mi piacciono lo stesso, peccato che molte, come ironia,si perdano in una pozzanghera.

    CIAO A TUTTI, in particolare con le narcisiste

    RispondiElimina
  19. Domanda alla quale è difficile rispondere in positivo, per il semplice motivo che i rapporti (con o tra ) i narc. difficilmente durano, per tutta una serie di motivi della loro personalità, salvo il fatto non ci siano interessi materiali come soldi o compromessi, che sormontanto (o negano) la volontà di se sessi di scappare .
    Siamo un pò ai confini della realtà,(sempre per chi ha un piccola infarinatura di psic.)non per loro, siamo chiari.
    Nonostante questo la narcisiste per il loro fascino quasi esagerato "che solo loro hanno" mi piacciono lo stesso, peccato che molte, come ironia,si perdano in una pozzanghera.

    CIAO A TUTTI (da ALVERX) , in particolare con le narcisist

    RispondiElimina
  20. siamo in tante sulla stessa barca!io ci ho speso 11 anni...per fortuna non ci ho fatto figli ..ne avevo già 2..ma x lui mi sono separata intanto se lè data a gambe levate dalla paura di essere criticato dalla gente ...io ero persa e l'ho tenuto attaccato come amico ..senza nessun tipo d'impegno naturalmente ..loro non sopportano gli impegni..dopo 5 anni ci siamo messi insieme ALLELUIA toccavo il cielo !!poi con una scusa del cavolo..gelosia per i miei figli e non ero abbastanza concentrata su di lui..accuse sulla mia persona etc.mi ha lasciata,poi è tornato..voleva solo l'amicizia...ci ho provato ma solo amicizia per me non è possibile...ho chiesto di più...non convivenza ocose del genere ma sesso magari ..visto che ormai da un anno eravamo tornati ufficialmente fidanzati...da lì il declino oltre a niente sesso OK NON C'è PROBLEMA niente sport insieme OK NN C'é PROBLEMA niente più viaggi insieme xchè c'è una più adatta di me OK NN C'é PROBLEMA ,indifferenza e affetto zero ...questo è come sanno ripagarti se sei forte e li sfidi...mi ha tolto tutto quello che mipiaceva fare insieme a lui...sono stata a guardare fino dove sarebbe arrivato ,e avendomi tolto tutto niente rimane in me ...forse solo un po di tristezza per quello che non ha saputo cogliere e vivere veramente del nostro rapporto...peggio perlui io una vita così arida con lui non la voglio prpprio fare ...è un mese e mezzo che nn lo vedo e nn lo sento ..lui sta aspettando che torni all'ovile ma ha proprio sbagliato questa volta l'ovile se lo costruisce da solo!forza a tutte mandateli a quel paese senza spiegazioni e senza appello !nè di sola amicizia o caffè ogni tanto!x il loro ego sentirsi CANCELLATI X SEMPRE è il peggior smacco!

    RispondiElimina
  21. già proprio così ...e ci sono caduta anche io nella trappola di un narcisista, la peggiore specie di uomo

    RispondiElimina
  22. Cavolo ragazze..siamo tutte vittime di questi personaggi.E'allucinante.
    A me pero' non interessa umiliarlo o vendicarmi..sto con questa persona da circa due anni..e ha esattamente le caratteristiche che avete elencato,freddo,spocchioso,tirchio,egoista..il suo carattere so che non lo piegherà mai..anche se io ho fatto mille passi verso di lui,lui è rimasto al suo posto,aspettando le mie scuse per cose di cui non avevo colpa..la paura di perderlo è sempre stata la cosa che mi ha fatto abbassare la testa con mille promesse mille rettificazioni..lui neanche una scusa.Fosse stato per lui la nostra storia sarebbe finita piu' e piu' volte e non so se sarebbe mai venuto a ricercarmi..perche io ho sempre cercato di sfondare il muro che mi alzava,con carinerie,promesse,scuse ecc..
    Come dicevo prima,non voglio vendicarmi o umilarlo o roba simile..io pensao che anche un narciso possa scaldarsi e possa capire che il bello di noi e quello che diamo agli altri..solo che ancora non capisco in che modo posso farlo ragionare.idee?consigli?esperienze??grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SCAPPAAAAAAAAAAAAAAAAA! DEVI DARTELA A GAMBE ELEVATE ALTRIMENTI TI DISTRUGGERA'!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    2. noooo non ragionerà mai! sta proprio lì la patologia. il disturbo che affligge la loro personalità. e peggiorerà sempre più, calpestandoti sempre più. hanno bisogno di una vittima su cui gettare la loro enorme rabbia . mentre al mondo si mostrano ok

      Elimina
  23. Solo oggi ho capito che era un narcisista autentico!
    Ho avuto una relazione durata cinque anni con un narcisista. I primi tempi mi sembrava di essere una "miracolata". Era tutto perfetto! Era seducente, gentile,nelle nostre pause pranzo si presentava con una rosa, mi spediva mail ed sms che sembravano uscite da libri di poesie....non c'era giorno in cui non mi ripeteva di amarmi follemente...mi diceva che ero speciale, la donna della sua vita... Gli ho creduto! Sono caduta nella sua rete... Da qui tutta un'ascesa della sua patologia... Tutto è iniziato piano piano...dapprima tutto quello che facevo per lui era bello e dolce poi era quasi dovuto.... Sì ringraziava ma ti lasciava con un senso di non aver fatto una gran cosa... Poi di punto in bianco mi lascia dicendomi che non mi ama più. Uno schock! Dopo mesi di sms deliranti dove diceva che ero la sola alla fine ci rimettiamo insieme e da qui l'inferno . Un susseguirsi di avventure e relazioni che scoprivo anche perchè non erano tenute particolarmente nascoste... Se gli chiedevo spiegazioni mi rispondeva che io ero la sola e le altre erano dei divertimenti che si prendeva sena togliere nulla a me!!!!
    Sì proprio così... Ma continuo, amdiamo ad abitare insieme ma eravamo sempre in troppi... Mi rilascia una domeniva di agosto dicendomi che non mi ama più. Un altro botto... Ancora die settimane di sms e caffè alla mattina... Ritorna a casa! Gli chiedo se è sicuro della sua scelta mi risponde che potrebbe firmarmi un contratto. Si ferma neanche un mese. L'altro giorno per telefono mi dice che non puó più vivere con me... Mi ha messo in un angolo, usata quando servivo e relegatp quando ero di troppo e solo ora capisco quanto male mi ha fatto. Mi ha conosciuta che ero fortemente indipendente , abituata a fare delle scelte, ero sicura di me: mi ha preso tutto compreso la mia anima! Ora sto raccogliendo i pezzi di me stessa ma ce la devo fare !

    RispondiElimina
  24. uomini, donne, che arriveranno alla mezza età inaciditi e soli. Desolatamente soli, di quella solitudine disperata che non troverà conforto neanche in se stessi. Lasciateli a questo destino, nessuno può farci nulla.

    RispondiElimina
  25. anch'io sono stata vittima di un narcisista e mi ritrovo in tutto quelo che si è detto. Ora ho deciso di escluderlo dalla mia vita, ma vivo tutto questo come una mia incapacità. Speravo di leggere un consiglio di qualcuna che fosse riuscita a farli cambiare. Ma a quanto vedo non c'è soluzione. E' possibile tutto ciò? Quali sono i loro punti deboli? Come si fa a massacrarli? E' quello che aspetto di sapere in modo da fargliela pagare per tutte le umiliazioni che mi ha fatto subire...

    RispondiElimina
  26. Mamma mia !
    Mi sa che sto' con una donna così e me ne sto' accorgendo solo ora. Già lasciata più di una volta, come mi ha ricontattato, ci sono ricascato dentro con tutte le scarpe, pur rendendomi perfettamente conto che è un rapporto che non mi fa stare bene, che non mi porterà da nessuna parte, sono sempre a pensare a lei e ad aspettarmi qualcosa di carino da parte sua. Ma è solo un dare da parte mia e un nulla ricevere! Do perchè penso che non facendole mancare nulla lei starà bene e mi ripagherà facendomi stare bene, ma funziona esattamente al contrario.
    Ora che stò prendendo coscienza di questa situazione stò cercando di chiamarla meno, di essere più ditaccato quando ci frequentiamo, nella speranza che sia lei a contattarmi, a cercarmi, a farmi capire che ci tiene a me, ma ciò non avviene e questo mi porta paradossalmente a pensare ancora di più a lei. Non vi dico le ansie nell'attesa di una sua chiamata. Senza contare che questo rapporto malato mi ha portato a trascurare i miei interessi personali.
    Sono esausto di questa situazione di dipendenza e mi rendo conto di quanto sia difficile venirne fuori. Penso che quando toccherò il fondo questa brutta storia finirà, ma stavolta finirà per sempre.

    RispondiElimina
  27. ciao a tutte le donne che hanno scritto. Sto piangendo perchè pure io sto rischiando di annegare in questo mare di dolore. Un uomo come i vostri mi sta corteggiando, rincorrendo, riempiendo di regali e di poesie e io gli ho dato corda. Ma lui voleva sempre di più pur sapendo che io non sono sola. Gli ho confidato tante cose di me, l'ho amato tanto anche se non l'avevo ancora scelto.Quando gli ho chiesto di poter prendermi del tempo per riflettere e decidere da che parte stare, con lui o con l'altro, Lui si è infuriato a tal punto da mettermi paura, minacciarmi, telefonare al mio uomo e raccontargli ogni cosa, ogni particolare di noi. ha fatto questo e tanto altro ancora. io vivevo nel terrore che lui potesse fare qualche gesto scellerato contro di me o contro di sè. siamo stati dei mesi senza vederci e ho cercato di tagliare ogni contatto seppur la sua assenza era una continua spina nel cuore. Ho letto il commento di quella persona che ha paragonato una relazione come questa ad una dipendenza da droghe o alcool. E' vero. Si insinua e poi cresce in un terreno fertile di fragilità ed immenso bisogno d'amore. io sono così e lui è ancora vicino. lui è tanto bello ed ha un fascino ed una capacità di farmi sentire al centro del mondo ma non posso cedergli. un bacio a tutte. aiutiamoci se possibile.

    RispondiElimina
  28. penso di aver sposato un narcisista che mi ha quasi distrutto, ma io combatto non mollo.
    Vorrei aiutarlo,ma non so fino a che punto potrei riuscirci visto che lui non accetta il suo problema, se lo capisse sarebbe più facile per entrambi; ma la colpa è sempre la mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lascia stare... Scappa. Tempo perso... VITA persa...

      Elimina
  29. sono d'accordo ne conosco uno anche io, ci siamo presi e mollati parecchie volte ma lui non cambia mai. Mi usa a suo piacimento e poi mi scarica dicendo che è freddo dentro, che lui non prova sentimenti ... poi quando io sparisco lui torna a cercarmi. Ma ora basta questo gioco mi ha stufato, ora sono più forte e con me non avrà più nessuna possibilità. Il destino di questa persone è la solitudine ed è l'unica cosa che si meritano.

    RispondiElimina
  30. 1 novembre 2010
    Ci sono stata 35 anni, ero il sostegno per tutta la famiglia sia psicologico che economico ma era riuscito a convincermi che senza di lui non sarei sopravvissuta. E cosi giorno dopo giorno il suo potere aumentava, la sua grandezza, la sua genialità, la sua indipendenza, il suo "saper sopravvivere in un'isola deserta in mezzo all'oceano senza luce, nè altro" mi hanno reso totalmente dipendente e schiava nonchè terrorizzata dall'idea di essere abbandonata. DI NON RIUSCIRE A CAVARMELA DA SOLA. Mai difesa in pubblico, sempre attaccata e umiliata. Ma lui ormai era diventato il mio Dio a cui tutto era dovuto.
    Io lavoro ancora, lui già in pensione riusciva a colpevolizzarmi di essere a casa tutto il giorno d'inverno al freddo, per cui NON OBIETTAVO (anche se soffrivo tantissimo) che lui svernasse nei paesi tropicali 3 - 6 mesi. Aveva bisogno di nuotare, però dove l'acqua era calda.
    Invece erano i paesi del turismo sessuale. Ma accettavo. Accettavo lui, le foto delle ragazzine, le lettere delle ragazzine, PURCHE' NON MI LASCIASSE SOLA, perchè senza di lui non sarei sopravvissuta.
    COM'E' FINITA ? l'ultima volta che è partito (per la sua vacanza al caldo) non ha RITENUTO IMPORTANTE INFORMARMI. Ha preso l'aereo.
    Ho trovato la casa vuota-
    E' riuscito a convincermi che la colpevole sono io.
    Non l'ho piu voluto ma sono in analisi.
    35 anni di demolizione non saranno facili da rimettere a posto. LUI? non credo proprio che soffra.

    RispondiElimina
  31. buongiorno leggervi mi da una mano a guardare avanti e chiudere per sempre una porta che ho riaperto per errore e che mi fa male... soprattutto leggendo le vostre esperienze mi ci sono rivista in pieno... la gelosia che non ho mai avuto, i sospetti le bugie i gesti ecletanti all'inizio e poi l'assenza la rabbia e il suo vomitarmi addosso colpe che non avevo.... incredibile... sembra un copione da cui mi sono salvata solo per aver scoperto per caso che questa persona aveva iniziato un percorso da uno pscologo per questa patologia, abbandonandolo... ho cercato di documentarmi e in ogni pagina che leggevo era come se trovassi la chiave di lettura per leggere nel suo comportamento... oggi soffro ma so che non mi girerò più a cercarlo ne vorrò mai più avere nulla a che fare con un mostro del genere..

    RispondiElimina
  32. tutto vero. storie tutte uguali. stessi sentimenti di umiliazione, incomprensione. uomini che si comportano come dei bambini. il mio si dava anche la crema tutte le sere. in 5 anni non ha mai parlato. mai espresso un concetto di sua iniziativa. mai affrontato un problema . sempre fuggito ogni volta che gli chiedevo solo spiegazioni. " io ho bisogno , io devo, io voglio " le uniche frasi che ha sempre ripetuto , Io, io , io .mi diceva che sapeva di essere così. ma che voleva cambiare. poi il giorno dopo partiva per un raduno di moto con mio padre appena uscito dalla rianimazione, solo una delle centinaia cose pazzesche fatte. non gli ho mai chiesto nulla. solo del rispetto. mi ha dato molte altre cose tranne quello. tirchio da far paura. sembrava lo facesse apposta il giorno del mio compleanno ad uscire e tornare con un libro. ecco per te. e credo gli sembrasse già molto. libro scelto a caso, ovviamente. innamorato di sua madre e della sorella. ha 40 anni e poverino è terrorizzato di invecchiare. ha avuto molte donne e chiaramente più sembrano bambine meglio è. ora lo evito come la peste. se lo vedo mi irrigidisco e mi sale il panico e cambio strada. purtroppo ogni tanto sono obbligata a vederlo. ora mi fa pena, perchè credo che lui nemmeno sappia quello che mi ha fatto.

    RispondiElimina
  33. io invece un narcisista me lo sono mangiato a colazione nel senso che anche a me è capitato che mi chiedesse dopo solo un mese di andare ad abitare con lui...ma avevo intuito che c'era qualcosa che non andava.. (e cmq mi sembrava troppo affrettata la cosa...volevo vedere...).Lo ringraziato e sono stata a casa mia! nel frattempo ci siamo frequentati ma di li' a poco aveva iniziato ad offendermi anche per piccole cose...(lui è medico io un'imprenditrice..tt e 2 molto forti di carattere...)Da quel momento in poi ho iniziato a frequentarlo sempre meno inventandomi delle scuse e in fine a dirgli che avevo capito che tra noi non poteva funzionare per vari motivi..Non l'avessi mai fatto: ha iniziato a cercarmi sempre di piu' ma avevo capito che lo faceva solo perche' doveva capire cosa non funzionava in lui che a me non era piaciuto... (premetto che è un donnaiolo e neanche tanto furbo ) credo che la punizione piu' brutta per un narcisista sia quella di trattarlo male come fosse una m..da!!Infatti ho iniziato a dirgli tutto quello che pensavo che non funzionava in lui come uomo e come persona ...l'ho massacrato !!alla fine mi cercava per dirmi che aveva bisogno di me...e io gli ridevo in faccia!!!Ora ve la racconto cosi'....ma non è stato facile anche perche' lui mi piaceva pero' avevo capito che era una bestia e non aveva sentimenti buoni nei miei confronti..parlava sempre poco , non mi raccontava mai nulla delle sue cose e chiamava tutte "tosoro" cosi' non faceva confusione coi nomi...Pensate che si era trovato una ragazza austriaca prima di me (che cmq si sentiva regolarmente da quello che avevo potuto intuire..)e in un sms gli ho scritto "fai bene andare all'estero per trovarti una donna perche' quando ti fai conoscere non resta nulla!!" ecco , questo è uno dei tanti messaggi che gli scrivevo ..alla fine adesso ci rido su ma perche' poi lui non si difendeva mai ...incassava e basta !quasi fosse masochista...e poi piu' lo offendevo (cmq sempre per dei motivi...mai per nulla) piu' taceva...Ora , dopo 3 mesi che lo tratto cosi' ...FINALMENTE MI SONO LIBERATA MA è STATA DURA!!per cui ragazze, se un uomo inizia a umiliarvi e non farvi sentire importanti con le dovute attenzioni che un uomo deve avere per la sua donna "SCARICATELO IMMEDIATAMENTE!!
    Buon divertimento a tutte se vi capitasse di imbattervi in un narcisista...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quanto ti stimo *_* grazie per i tuoi consigli <3 Ora mi voglio divertire anchio XD

      Elimina
    2. quanto si vede che sei stupida.. tanto da nn aver capito che nn era un narcisista.. stai attenta invece di pensare di poter vincere,nessuno può vincere,almeno che nn lo sei pure tu... buona fortuna,e stai attenta che qualcuno nn ti ricambi il favore...

      Elimina
    3. Ho a che fare con una persona uguale, ma ne sono troppo innamorata per riuscire a insultarlo (io sono, a differenza tua, fragilissima) e sono arrivata a una tale dipendenza da sapere razionalmente che non tiene a me ma a non riuscire a concepirlo, cercare in ogni suo gesto la prova che mi vuole veramente bene, giustificare ogni cosa pur di non ammettere che mi usa e basta...
      E vorrei dirgliene tante, ma ho paura che invece non sia così, che ci tenga davvero, e io lo farei solo star male... aiuto.

      Elimina
  34. sono quì a scrivere un po di me della mia storia...una storia che dura da sei anni con un uomo cui sono consapevole del fatto che non mi renderebbe mai felice.
    Prima mi ha conquistata e poi per i primi due anni era sempre sul vago e definiva noi due come amici particolari dove non vedeva differenza con i fidanzati.
    Dopo quei due anni sino ad oggi le cose sono cambiate, si può dire che siamo fidanzati ma, del mio fidanzato scopro altre relazioni che non ho mai potuto provare, subisco le sue urla del suo modo aggressivo di parlare, subisco i sottili insulti, subisco le sue offese quando ci si arrabbia.
    Da due giorni abbiamo avuto una lite dove mi ha aggredita verbalmente, ho avuto paura.
    La cosa strana è che penso di essere io il problema perchè nonostante tutte queste cose non riesco a staccarmi da lui anche se sono convinta che sia l unica cosa da fare...mi faccio prendere dalla paura, poi dal fatto che mi dispiace essere inciampata in questa storia...aiutatemi sono disperata, perchè sento di volerli comunque bene, non sarò matta?
    Stasera vorrei andare da lui per dirgli che ho bisogno di stare un po sola, ho bisogno di tranquillità ne voglio approfittare di questa lite e cercare di acquistare un po di forza, ho il terrore di non riuscirci !!!

    RispondiElimina
  35. Non sei matta, hai solo smesso di volerti bene.

    RispondiElimina
  36. Salve,non so se lui sia un narcisista o mi sfida e provoca solo per avere una reazione da me e riempire il suo ego.Ho ritrovato molte caratteristiche descritte da voi in lui. L'ho conosciuto in un corso di lingue e frequentato per un anno,affiatati sessualmente,mi diceva che il mio entusiasmo per la vita gli dava energia ed era affettuosissimo,amante delle donne e conquistatore,ma eravamo "amici"e mi diceva che non dovevo innamorarmi. Questa cosa non è del tutto successa,ma sono ancora presa sessualmente.L'unica cosa che gli ho chiesto è stato di dirmi che se avesse avuto interesse per una persona all'interno del corso di dirmelo,sarebbe stato fastidioso saperlo da sola. Cosi è successo.La prof addirittura.Prima di esserne certa ero caduta in un baratro di insicurezza e li osservavo per capire,mi ha dato della possessiva e ha cercato di farmi sentire in colpa per delle cose.Ma la massimo posso chiedere scusa,i sensi di colpa non me li faccio venire. Ma prima di arrivare a questo episodio è stato un continuo di vendette,dispetti e ricerche di attenzioni.Io non mi sbilanciavo visto che non dovevo innamorarmi!!Comunque dopo che l'ho smascherato con la prof,l'ho anche scaricato dicendogli che non voglio stare sotto la sua botta!L'avessi mai fatto.In classe è un continuo di provocazioni,soprattutto allusive a loro,ma solo quando siamo soli e ovviamente quando c'è lezione con lei è un angelo.Una sera,durante una pausa scendo per un caffè e mi dice:Che fai bella,scappi? Rispondo:No,ho solo fame.Dopo 5'mi raggiunge al bar,cercando di inserirsi nei discorsi tra me e gli altri.Sembrava come mi volesse infastidire. A volte invece sembra voglia riappacificarsi e gioca.La mia reazione fin'ora è sempre stata di indifferenza,non voglio agganciarmi al suo gioco.Ma è uno stillicidio.Lui sa che sono una persona passionale e istintiva e sembra che aspetti questo,forse è solo rabbia che l'ho mollato io. Secondo voi rivuole il suo dominio?Deve sudare.Ma nonostante la mia tenacia,sto abbastanza male.Ho qualche attacco di panico,ansia e forti mal di pancia.In particolare quando devo andare al corso e ci sono tutti e due.Si spalleggiano pure.In piu' non riesco a studiare e dormo agitata.Vorrei metterlo in ginocchio ma non so che fare. Se farlo stancare con la mia indifferenza o attuare una tattica.Grazie e cerchiamo di fuggire preima che sia tardi.:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu vai ancora a quel corso per vederlo... scappa!

      Elimina
  37. sono io il narcisista, ma giuro, nun me n'ero accorto!!
    ma mò me lo segno, promesso!!

    categorie, sempre categorie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io lo sono....ma soffro da morire....il mio uomo mi ha lasciato....non mi sento una strega....soffro anche io e tanto

      Elimina
  38. Ho letto con attenzione ogni singola testimonianza e ho ritrovato me e la mia storia in moltissimo di ciò che ho letto.
    L'ho conosciuto che avevo 23 anni. Lui medico in carriera non bello ma di certo affascinante di quasi 10 anni + grande, mi opera per una banale cisti. Mi affascina, un caffè...uno scambio di numeri ed eccomi nella trappola. Troppo giovane, troppo ingenua x capire e ci casco con tutte le scarpe. La passione viaggia a 1000 ma nonostante tutto non si comporta bene tanto che fuori dal letto sembra impossibile vedersi e frequentarsi. Passano sei mesi e scopro, x caso,che ha una fidanzata con cui oltretutto lavora. Inizia il delirio di dolore ma nonostante tutto trovo la forza di mandarlo al diavolo e rigare dritto nonostante lui mi cercò per + di un anno. Passano gli anni,ben 7 anni, altre storie si aggiungono al mio diario di bordo ma mai nessuna mi fà sentire viva come quella. Decido quindi di cercarlo di nuovo tramite fb, ho bisogno di affrontare i fantasmi del passato e cosi ci si rivede lo scorso inverno. Oggi è un uomo di 41 anni ed io una donna di 31 che ha però le idee + chiare!! Lui è sempre lo stesso: egoista, tirchio, narciso, stratega...L'attrazione torna prepotentemente ma questa volta mi astengo dal cadere nella sua rete nonostante il desiderio di lui sia irrefrenabile. Lui stà sempre con lei e scopro che continua a tradirla con giovani fanciulle. Di lei non parla mai nè io oso chiedere nell'arco di un anno, anno in cui lo tratto con il bastone e la carota, certe volte sono dolce altre volte sono amara e mi allontano e quanto + mi allontano tanto + lui mi cerca e quanto + lui mi cerca tanto + io cerco di sedurlo a parole per poi lasciarlo a pane e acqua. Frattanto mi chiedo che relazione abbia con la fidanzata storica, una parte di me la invidia perchè è la sua scelta ma una parte di me ha la sensazione che questa donna non se la passi troppo bene. Scopro a riguardo che lei è gelosissima, che l'ha beccato e che lo bracca, scopro in lei (tramite fb) una donna insicura, che lo adula costantamente e che lo controlla da vicino e che necessita di mettere paletti sempre e cmq dinanzi al mondo.
    Lui mantiene l'atteggiamento tronfio di chi si sente importante accanto ad una donna tanto gelosa come la fidanzata ed io invece cerco dal canto mio, di non dargli troppa importanza tanto + che ormai riesco ad anticiparlo. Dopo un anno, anno in cui non escludo affatto che abbia avuto altri inframezzi, decido lo scorso 3 novembre di rimandarlo senza proroghe al diavolo. Da allora non l'ho sentito nè cercato. Credo sia un grosso smacco al suo ego. Non nego però che mi manca e che il desiderio di lui stà diventando un ossessione forse perchè non vissuto. Scusate il prologo.

    RispondiElimina
  39. Mi pare di capire che quando si ha a che fare con una narcisista l'unica cosa logica da fare è mollare e sparire. Ma quando ci sono di mezzo 2 figli e 22 anni di matrimonio come si fà?
    Qualcuno ha un consiglio?

    RispondiElimina
  40. Anch'io ho avuto una relazione di tre anni con un narcisista....e la situazione non era proprio brillante. Mi criticava in continuazione, dalla mattina alla sera, mi umigliava davanti agli altri, era egoista, egocentrico...e io dovevo fare la sua "velina"....sempre perfetta dovevo essere, per fargli fare bella figura.
    Posso solo dire che stare con una persona tale e' davvero pesante e bisogna scappare da essa il piu lontano possibile!!!

    RispondiElimina
  41. Credo che sia importante tenere bene a mente che siamo esseri umani e, come tali, vulnerabili a certe forme di violenza. Dico questo perchè se avete sofferto o state ancora soffrendo vi dico "Purtroppo è normale" sentirsi devastati dopo un'esperienza come quella di cui vi offro un breve riassunto.

    Il narcisismo è di fatto il perpetrare una violenza, una violenza che non solo agisce durante la relazione con il/la narcisista, ma affonda le sue lame ben oltre la fine del rapporto con tali soggetti.

    Il/la narcisista è una persona malata, è in tutto e per tutto affetta da un disturbo di personalità che si chiama appunto Narcisismo, al quale si associano le così chiamate "comorbidità" istrionico-borderline.

    Queste persone vivono la loro vita nutrendosi del controllo emotivo che riescono ad esercitare sulle loro vittime, sulle sofferenze che infliggono sulle stesse a causa di ciò che principalmente, insieme alle altre caratteristiche, le causa: La loro patologica incapacità di provare empatia e vero amore per il prossimo.

    Essi sono condannati a vivere per amare loro stessi, manifestando disprezzo per coloro che non corrispondono ai loro standard (manie di grandezza sotto l'aspetto professionale, sociale, economico ed estetico), che si azzardano a far rivalere i propri diritti nella relazione e, sadisticamente, che soffrono a causa delle loro azioni.

    Il/la narcisista è una persona che studia attentamente la sua vittima, incantandola con una corte spietata, elogiandola, addirittura piangendo disperatamente qualora la persona corteggiata o con la quale si ha una relazione manifesta incertezza riguardo la stessa quando i primi campanelli d'allarme cominciano a farsi sentire.

    Il/la narcista ha bisogno del partner in quanto le umiliazioni a cui li sottopongono danno loro un senso di dominio, di superiorità. Essi dichiarano di avere sempre ragione e se il/la partner dissente aggrediscono la persona facendola sentire inferiore, insultandola, minacciando di lasciarla. Sono dei ricattarori/ricattatrici.

    I narcisisti pretendono dai loro partner la massima attenzione, si sentono in diritto di ricevere regali (ve lo chiedono apertamente), dandovi anche precise scandenze da rispettare, ci "ordinano" di coprirli di complimenti e di elogi con altrettanta frequenza. Lo specchio è il denaro sono i loro migliori amici.

    I narcisisti tradiscono il/la partner, sentendosi in diritto di farlo ma negando tali comportamenti anche quando chi viene tradito li confronta con prove incontrovertibili. Vi diranno sempre che siete pazzi, gelosi e insensibili solo a pensare di loro qualcosa di simile. Ciò nonostante, lasciano volutamente tracce evidenti del loro comportamento infedele. Vi vedranno piangere, vi vedranno cadere lentamente in un tunnel di tristezza e angoscia a causa dei loro continui soprusi e tradimenti e questo da loro la conferma che hanno vinto, che hanno raggiunto l'obiettivo di schiavizzare la persona che hanno "conquistato".

    Non vi diranno mai che vi apprezzano, che vi stimano in quanto ciò significherebbe dover ammettere l'esistenza di un'altra persona degna di stima e di amore, togliendo quindi loro quello di cui patologicamente ritengono essere i depositari, gli unici aventi diritto.

    Persone come queste non si renderanno mai conto dei danni che provocano a coloro che incontrano a causa di quanto vi ho descritto. La loro è un'inconsapevole corsa all'autodistruzione e sono condannati a vivere in solitudine, una sentenza che loro stessi hanno pronunciato.

    I segnali di allarme sono fortunatamente captabili, in alcuni casi sono paradossalmente messi a disposizione da loro stessi in quanto per loro azzardare e sfidare è una ragione di vita.

    Sono persone che purtroppo riesci spesso a identificare a cosa fatte e a provare, oltre al dolore, un forte senso di pena nei loro confronti. La mia ex è una di queste.

    RispondiElimina
  42. anch'io....sono caduta nelle mani di un narcisista....sono finita in terapia, perchè mi ha demolito...completamente, non ero più la donna forte che ha cresciuto due figlie da sola, ho accettato di tutto e rinnegato me stessa...ma ora so, loro non hanno sentimenti, non sanno cosa sono le emozioni, vivono in un nulla cosmico. Ho perdonato, è stata una dura prova, in cui però ho capito chi sono e cosa voglio.
    un consiglio a chi cerca vendetta, lasciate perdere, niente farà loro provare sentimenti di gioia o di dolore, portate a casa voi stessi, è la più grande conquista di cui possiamo essere fiere, e siatene certe che tutto quello che vi hanno detto di voi, non è vero, il fango che vi hanno gettato addosso è solo il loro...chiudete la porta definitivamente...e sarete liberi

    RispondiElimina
  43. otto anni persi dietro a un narciso convinta stupidamente che il mio grande amore lo avrebbe salvato, che dietro ai suoi modi così violenti da un punto di vista psicologico ci fosse un bambino maltrattato da curare con amore e dedizione e così ho fatto dandogli il meglio di me stessa subendo maltrattamenti e tradimenti io donna dal carattere fortissimo ero diventata schiava dei suoi umori e della sua instabilità finchè alla fine lui uomo di 65 anni ha scelto di stare con una moldava di neanche 30 anni dicendomi per telefono: tra il sentimento e i servizi scelgo i servizi, tu ormai sei un passato che non ha più niente da darmi e così anch'io ho fatto la mia scelta che è stata quella di non rivederlo mai più. Quando la storiella con la moldave è finita mi ha ricercato dicendomi che nutriva per me un grande affetto e che era sempre presente in lui il nostro bellissimo gioco amoroso. Un gioco? Io ero un bellissimo gioco? Ma che se ne andasse al diavolo quel cretino. Sono passati più di due anni e non ho voluto più rivederlo però ho pianto tantissimo e ancora provo affetto per lui ma ho capito che è malato nell'anima e io non sono riuscita e non riuscirò mai a guarirlo.Fine della storia

    RispondiElimina
  44. piagniucolose, sempre insulse piagniucolose che non sanno farsi rispettare e amare. Il cinismo che pagate lo pagate perché siete incapaci di assumere una posizione intermedia. O ci volete dominare o vifate del tutto dominare. Andate a piangere altrove... voi povere "dominate". No, non siamo narcisisti. Non tutti.

    RispondiElimina
  45. Ho letto i diversi post tutti d'un fiato, con l'intento di inquadrare quello che mi è successo negli ultimi tre anni. Ho letto con la speranza di ravvisare i tratti del narcisista nell'uomo che ho scelto per stravolgere la mia vita. Per "strapparmelo più serenamente dal cuore". Di fatto i tratti sono tutti lì: una dolcezza e una capacità a leggerti i bisogni dell'anima e a farti da specchio e a colmare il vuoto della ferita della tua anima. Da contraltare il cuore di pietra. Il mio uomo, continuo a ritenerlo "l'uomo giusto per me" - pazzesco! - è addirittura soppranominato "sasso" dagli amici. Mi ha sempre detto che "eccezionalmente per me, metteva a disposizione un po' della sua polpa". Mi domando se quella polpa era veramente sua o se semplicemte stava rispecchiando la mia... Ho letto che i narcisisti hanno questa sete di conquista perchè di fatto, non riuscedo a "sentire" con la propria sensibilità, che non è stata coltivata e premiata nell'infanzia, utilizzano quella degli altri per sentirsi vivi. .... una sorta di vampiro...!!!
    Consiglio a tutte le amiche e gli amici vittime di questa dipendenza la lettura di questo libro: "Con te e seza di te". Un saggio sull'amore del mistico Osho, che definisce l'amore un lusso. Abbondanza. "Possedere così tanta vità che non sai più cosa fare, quindi la condividi".

    RispondiElimina
  46. salve mi anno affimi anno affibbiato l'aggettivo narcisista . io penso di non esserlo . sono una persona affabile gentile premuroso . vorrei il massimo per la persona che ho vicino , ma ho il vizio da sempre di guardare negli occhi le persone specialmente le donne , ma credetemi senza male , perche non me ne accorgo nemmeno . dicono che narcisista e uno che si crede a sempre lui la ragione ,non si abbassa a mezze misure , punta sempre il dito. si sente bello irresistibile, e detta legge a voler far fare cio che vuole ad altri . chi me lo dice è una donna che , realmente le ho raccontato molte bugie ma solo perche ero stanco dei litigi,prendeva spunto per editarmi sempre . ho avuto delle storie prima di lei e glie lo nascoste poi o ricevuto qualche tel . è ha cominciato a sospettare ad essere gelosa . e per nascondere le bugia ne sono continuate altre perché le bugie devono nascondere altre bugie. ora mi ha lasciato perche dice che sono pieno di me stesso . io penso che non sia cosi, e io non faccio altro che cercarla perche l'amo per da vero, ma lei e dura non passa un giorno quando eravamo assieme che non cercava il passato e si bisticciava, sempre additando . penso che se una donna ama un uomo non l'addita cerca di farlo star bene , da subito . gli ho regalato delle rose e non glia gradite . le ho regalato un anello e non la voluto perche mi sono fatto consigliare dalla commessa e quindi non lo scelto io e non lo a voluto . molte rose le o fatte recapitare tramite la fioraia, e a lei a detto quai se ne portava delle altre . io credo che le donne siano veramente strane e difficile capirle. una o due volte la domenica mi sono vestito e mi a fatto un complimento. mi a detto ma com ti sei vestito fai cacare . scusate della mia intrusione , a voi donne non vi capisco

    RispondiElimina
  47. ...non ho mai visto una pagina più squallida e inutile di questa. Cosa avete contro la forma del narcisismo e contro coloro che la mettono in pratica. Ognuno è libero di fare ciò che vuole, di prendere la propria vita e modificarla a proprio uso e vantaggio.Il narcisismo non è una patologia, spesso confusa con malattia, il narcisismo è uno stile di vita e non credo che debba essere considerato un reato. LIBERTA'

    RispondiElimina
  48. anche io ho avuto una storia con un narcisista ma ancora non riesco ad uscirne anzi cerco i suoi baci...vorrei tanto riuscire a fargli del male... e magari a farlo tornare n ginocchio da me chi mi aiuta?

    RispondiElimina
  49. ank io sono stata 11 anni con un bastardo del genere,ma gliela faro' pagare,adesso ke ho deciso di kiudere,lo massacrero',e' un pezzo di merda del paese in cui viviamo e lui ci tiene all immagine,l immagine gliela distuggero',io non ho vergogna di nulla e di nessuno,l altro giorno sono uscita col matterello,ragazze ke goduria vederlo in difficolta',finiremo in tribunale,me lo sento!

    RispondiElimina
  50. Il risultato della mia esperienza con un narcisista?
    Una esofagite in stato avanzato e un'ulcera...tutte malattie psicosomatiche(per non parlare del fatto che mi ero annullata completamente per lui).
    Donne ALLONTANIAMOCI da ciò che ci fa stare male ...circondiamoci delle persone che ci amano per quelle che siamo e che non ci costringono a costruirci un personaggio solo per soddisfarli!

    RispondiElimina
  51. Anche io sono incappata in questa triste storia... durata ben 3 anni, conosciuto appena separato dalla moglie (scappata lei esasperata). Dovevo capirlo prima, è vero che capisci la patologia quando ci sei dentro fino al collo coi sentimenti e cerchi sempre di dare una spiegazione a sbalzi d'umore senza senso, maltrattamenti, ingiurie etc etc. Tutti copioni che credo ogni donna che ha scritto nel blog conosca piu' che bene. La cosa peggiore è che ti fa sentire sempre "sbagliata", inadeguata, mai all'altezza della situazione, in ogni frangente. Alle persone attorno sembra tutto semplice, ma ne esce un rapporto malato, perverso..dove lui alterna momenti estremamente passionali ad insulti senza senso. Pero' mai una scusa, anzi la parola SCUSA per il mio narcisista era totalmente estranea al vocabolario. Poi la tirchieria, non ne parliamo. Mai nemmeno un aperitivo offerto... se vuoi uscire paghi tu!! Non so come ho fatto a resistere... ora inizio a vedere tutto diverso e a prendere distacco dalla vicenda, finalmente! e mi sto riappropriando della mia vita, delle mie amicizie, dei miei orari, del mio stile di vita.. sono talvolta triste, ma quando penso a cio' che ho passato mi sembrava di stare ad Alcatraz.

    RispondiElimina
  52. Io non so bene con che persona ho avuto a che fare ma devo ammettere che a distanza di due anni ci penso ancora.
    Lavoravamo assieme e ha fatto il possibile per farmi capire che gli piacevo mentre a me non piaceva molto e poi lavoravamo assieme avevo già fatto una sciocchezza del genere e non volevo ricascarci.
    Ma con il tempo cambio idea, lo vedo simpatico, divertente, creativo e interessato a me. Nessuno mi aveva avvertita che lui stava attuando una tattica a quanto pare collaudata.
    A me a quel punto piaceva, molto. Fisico atletico, chiacchierava molto, un punto di riferimento tra gli amici, lui faceva divertire. Un pò me al maschile, credevo ci fosse buon feeling.
    Oltre questo il sesso migliore della mia vita, cosa che ha contribuito a farmi cadere in trappola.
    Non si parla di quello che succede, siamo agli inizi e io non so come comportarmi (culture e lingue diverse) sino a quando dopo 4 mesi lo vedo flirtare con un'altra (una mia amica), di fronte a me. A miei domande mi ride in faccia.
    Ma lavorando assieme lo dovevo vedere tutti i giorni, l'idea mi faceva sentire male e allo stesso tempo volevo vederlo.
    Dopo un altro mese riflirta con un'altra collega, sempre di fronte a me e questa volta in maniera poco dignitosa. Anzi non flirta, va proprio oltre. Una umiliazione in prima visione ma d'altronde mi aveva detto che non voleva una relazione seria e io non avevo quindi voce in capitolo.
    La mia autostima mi ha detto di lasciarlo perdere, ho tagliato i ponti con le amicizie di lavoro e le amicizie in comune mi sono creata un'altra vita. Lui va via dall'ufficio e questo evento l'ho vissuto come una ventata di aria fresca nonostante sapessi che con l'altra collega ogni tanto si rivedeva. Ma sempre e solo quando dice lui. Ne ha versate lacrime lei davanti a tutti noi, lui è riuscita a cambiarla e farne un pupazzetto e la cosa mi faceva pensare molto. E da un lato non capivo perchè con me non ci avesse voluto neanche provare. Ma dall'altro lato occhio non vede e cuore non duole. Stavo bene senza di lui, senza sapere cosa faceva, dove e con chi.
    Ma poi si sa, a volte ritornano. E lui lo ha fatto come un fulmine a ciel sereno. Ci siamo rivisti, l'ho rifiutato e lì ha ricominciato con la solita tiritera. Mi ha riavuta ed è scomparso. Scomparso anche di fronte a un'email in cui chiedevo un aiuto.
    D'altronde adesso viviamo in due Paesi diversi, non ci sarebbe modo di vederci e sa che la tappezzeria io non la farei mai, a costo di trovarmi qui dopo 1 anno a pensare a lui e al male che mi ha fatto. Ma lui questo non lo sa e credo che sia meglio così.

    RispondiElimina
  53. ho anche io incontrato un narcisista e ho capito che se ce ne innamoriamo a nche in noi qualcosa non va...di solito donne insicure si lasciano abbindolare da un uomo cosi...falso e manipolatore...l unico modo per uscirne sani è curare le proprie insicurezze e fuggire..il narcisista non ti ama..e quando ti seduce gode solo all idea di essere irresistibile...non pensa al tuo piacere...è egoista, arrogante e permaloso..tutto in lui è superbia...ama sedurre donne forti perchè si mette in compewtizione con il loro cervello...sfida l intelligenza altrui..e se vuoi che ti rimpianga rifiutalo...non ti dimenticherà mai...ma il suo non sarà mai amore..solo ferita narcisistica...da oggi curo le mie insicurezze e spero di avere piu fortuna..

    RispondiElimina
  54. Mi sono reso conto a trent anni di essere
    Narcisista . Ho perso molte donne fantastiche senza accorgermene.
    Quando mi rendevo conto di dire cose orribili lo avevo gia fatto e stavo male.
    È brutto a trent'anni capire che non hai vissuto la vita. L'adolescenza e la gioventu ti sono volate via dalle mani in piu facendo soffrire persone. Come vorrei poter rivivere i miei ventotto anni provando emozioni e innamorarmi.
    Sono veramente distrutto. Una persuna che mi sta aiutando ad uscirne mi ha detto che la causa è dovuta all'amore della mamma solo a certe condizioni.
    Il narcisista fa soffrire molto ma è anche terribile la sua vita, vuota e insoddisfatta senza conoscere se stessi, recitare una parte mentre il tuo io muore pia piano . Una cosa terribile. E adesso? Chi mi ridà la vita perduta, gli anni piu belli. Ho perso tutto. Si dovrebbe educare i genitori evitare il problema a monte. Miaadre mi vuole un bene allucinante ma senza saperlo mi ha fatto questo. Io non sono in grado di provare ne dolore ma neanche vero piacere . Proprio come i vostri patner narcisisti.ho vissuto male tutti questi anni e non capivo perchè. Mi sentivo diverso . Capisco bene il vostro rancore .

    RispondiElimina
  55. Ho letto tutte le vostre parole e mi son sentita confortata dall'essermi ritrovata nell'esperienza di altre persone. Mi ha fatto tremare leggere di alcuni che sono rimasti impigliati per 35,10,5 anni! penso davvero un massacro... ma se ne può uscire, bisogna farlo e prima possibile, perchè queste persone non hanno scrupoli ad usare gli altri, finché c'è la possibilità, loro andranno avanti. Ma bisogna dire no, per non perdere del tutto autostima e dignità. Io ne sto uscendo ora, miracolosamente, perchè ho deciso di prendermi la responsabilità della mia felicità e di guardare in faccia chi avevo di fronte. Ci sono voluti 2 anni, perchè ero rapita da lui: era il terapeuta che mi aveva aiutata ad uscire da un forte disagio psicologico -avevo una fobia paralizzante per cui non uscivo di casa da sola- insomma sono arrivata da lui che stavo davvero male. Mi ha aiutato molto, e figuriamoci il transfert da parte mia dato che era super affascinante, colto, brillante, amorevole e indipendente... ci sono cascata come un pero. Iniziata la storia il giorno stesso che è finita la terapia, mi sono ritrovata a frequentare quest'uomo di nascosto e soprattutto per far sesso, mentre fin dall'inizio mi teneva lontana con le parole, i mille impegni, le altre. E' stata dura uscirne perchè lui rappresentava per me la mia 'base sicura' -la fiducia ritrovata x andare avanti-, ma le umiliazioni ormai erano troppe, le bugie troppe, il non suo apprezzarmi mai, il suo farsi vivo solo quando voleva quello, il far sesso senza baci proprio come con le prostitute... Ho detto basta! Tutto quello che mi aveva insegnato lo stava distruggendo in quella nostra relazione di dipendenza, manipolazione e abuso. Credo di aver 2 palle così ad essere riuscita ad uscire da questa trappola subdola, perchè se avessi continuato avrei potuto andar tranquillamente fuori di testa e a lui non gliene sarebbe fregato proprio nulla. Dura ammetterlo ma lui è così: vuole il potere, poi ti butta via. Io sono solo una delle tante di cui ha approfittato.
    Io non so dove ho trovato la forza di uscirne, dato quanto ero presa da lui e per quello che rappresentava per me, ma bisogna fuggire, correre via da gente così si tratta solo di giochi di ruoli dove l'amore non c'entra nulla. Io ero la sua geisha, completamente soggiogata da lui, egoista e colcolatore, ma travestito da buon samaritano. Io terrò con me quello che della cura mi ha fatto bene e terrò sempre a mente che quello che io ho creduto di sentire per lui era tutta roba mia, che quel sentimento d'amore è dentro di me, e non può andarsene con lui. Bisogna volersi bene, apprezzarsi, darsi stima e valore, imparare a farlo da soli. E così non si sarà più prede di persone che vanno in cerca di soddisfazione dei propri bisogni, calpestando gli altri senza riserve. Bisogna diventare dolci come colombe ma furbi come serpenti... Un mega in bocca al lupo a tutti! Giratevi dall'altra parte e non tornate mai più indietro, non ne vale la pena!

    RispondiElimina
  56. Ciao a tutte le donne che hanno scritto, è ormai passato un anno dall'ultimo commento e spero che stiate tutte meglio.
    L'articolo sopra è tratto dal libro "Ho sposato un narciso" di Umberta Telfener, lo sto leggendo e lo consiglio a tutte le donne che si sono trovate loro malgrado al fianco di un uomo narciso. A me è capitato. Esco da poco da una storia di 3 anni con un uomo che mi ha letteralmente rovinato l'esistenza. Ora mi trovo sola, senza più lui e senza nemmeno più me stessa. Consiglio anche di intraprendere un percorso terapeutico. Ragazze, non siamo matte, deboli o stupide, sono loro che per non soffocare nel loro fango ci portano dentro anche noi. Ci usano per soddisfare i loro bisogni, e non appena il loro bisogno cambia, loro cambiano strada, voltano pagina con una facilità impressionante lasciando noi nel fango in cui ci hanno trascinato.
    Dobbiamo capire che quest'esperienza, questo distacco, per noi è un'opportunità di crescita, anche se fa male, anche se è devastante!! Loro il fango se lo porteranno dietro per sempre con tutte le donne a cui prometteranno la luna e che poi deluderanno sempre. Noi invece abbiamo l'opportunità di guardare dentro noi stesse e capire perché abbiamo permesso loro di farci a pezzetti. Ne usciremo più forti e più consapevoli così da non permettere più a nessuno di farci del male.
    Ce la possiamo fare!!

    RispondiElimina
  57. ho vissuto 3 anni con un narcisista e non vi dico la tristezza della nostra relazione, senza colori, senza soddisfazioni se non le sue. Poi ho capito come liberarmene:un narcisista va umiliato, cercate il suo punto debole, quello che nessuno conosce e colpite lì. Vi amerà per sempre, ma vi assicuro che quando avrete scoperto il suo punto debole, sarete voi a non volerlo più.
    Provare per credere.
    Perchè di solito il punto debole di un narcisista è talmente in basso, che non ve la sentirete di scendere oltre.
    in bocca al lupo a tutte

    RispondiElimina
  58. ma dopo averla riconosciuta come tale come ci si può rapportare con una persona del genere? è giusto provare senza farsi scoprire a indirizzarla sulla strada e a porla davanti a se stessa per prendere coscenza della cosa?....come?

    RispondiElimina
  59. Mi scuso se mi inserisco in questa conversazione così tardi... ma l'ho scoperta adesso navigando su google ._.

    Io sono l'esempio della relazione tra narcisisti... io e il mio ex lo siamo entrambi e posso confermare la frase:

    "Un narciso ha un rapporto alla pari solo con un altro narciso, ma è un rapporto alla lunga difficile"

    infatti siamo stati insieme 6 mesi poi ci siamo lasciati e 2 mesi dopo lui è tornato ma dopo un mese ci siamo lasciati definitivamente...

    Dalle mie esperienze passate e da quelle che ha avuto lui posso dire che il modo per fare del male a un narcisista è un altro narcisista...
    Con tutti gli altri ragazzi che ho avuto non ho mai versato una lacrima (o al massimo per un minuto o 2)anche perchè li ho sempre lasciati io (nella totale indifferenza) mentre con lui sono stata male per mesi (e la situazione è stata la stessa [prima e dopo la nostra storia] anche per lui, me l'ha detto e se c'è qualcosa che non è, è bugiardo :)).

    Se vi domandate: "ma se soffrivano entrambi perchè si sono lasciati?" o "com'è la relazione tra due narcisi?" ... ecco... è un sussegguirsi di alti e bassi proprio a causa degli attritti di sopraffazione da entrambe le parti. Dai il massimo ma allo stesso tempo pretendi il massimo OGNI giorno... insomma, è una continua lotta dove vige la regola "DEVO essere la sua droga ma lui NON deve essere la mia"... una situazione che alla lunga diventa esasperante e ingestibile...

    L'unico consiglio che posso darvi (come narcisista e come ragazza che, come voi, è stata con un narcisista) è quello di ferirlo nell'orgoglio... perchè la sofferenza (quella vera) se l'abbiamo, è MOLTO intensa, ma in un periodo breve... diciamo che il nostro ego attua un'autoguarigione delle ferite "d'amore"... ma le ferite inferte all'orgoglio invece sono difficili da rimarginare...

    è l'unico consiglio che posso dare...

    ho letto di alcune di voi che vorrebbero "cambiarli" ... beh vi dico che ciò non è possibile perchè è una cosa che dovrebbe venire dal proprio ego, nessun fattore esterno... quindi se si cambia è solo perchè ci si rende conto che per essere "più perfetti" bisogna farlo (ad esempio io ho sempre raccontato bugie ai miei ex come affermazione della mia libertà... però con lui, il narciso insomma, ho raggiunto la consapevolezza che era una cosa dannatamente sbagliata e HO DECISO di cambiare... ma non per lui, ma per me) ... lui invece esternamente ammette di "essere sbagliato" ma interiormente si considera perfetto e quindi è rimasto sulle sue...
    quindi se cambiamo il nostro ego è per noi... non per amore...

    comunque personalmente credo che le donne narcisiste abbiano un fattore "sensibilità" più sviluppato di quello degli uomini... ecco perchè è più facile che siano le donne (voi sane di mente insomma :P) che soffrono di più...

    un saluto a tutte...
    e per tutte quelle che stanno leggendo e che stanno soffrendo: vi sono vicina.

    bacio L.

    RispondiElimina
  60. Ero separata da soli 4 mesi quando l'ho conosciuto.50 anni io, 50 lui, sposato. Un corteggiamento reciproco, un sogno che non avevo mai vissuto. Mail, sms, telefonate, parole che non avevo mai sentito pronunciare da un uomo. Neanche una settimana insieme e andiamo a dormire in un albergo al mare. Io sono al centro del'universo, mi guarda, mi ama con gli occhi, con il corpo, con l'anima, mi dice "ti amo" mi chiama "amore mio". Passa un mese e cambia tutto. Sopravviene durante le ferie di Natale una banale infezione che lo cadere in depressione. Ci rivediamo dopo tre settimane ed è cambiato. Dice che io sono la donna che ha sempre sognato,ma che si rende conto di non riuscire ad amare neppure me che pure ho tutto. Io resto con lui. Passano altri 10 mesi in cui lui dà meno, sempre meno. E' metodico. Mi chiama una volta al giorno sempre alla stessa ora e sta più di un'ora al telefono. Si esalta a sentire i miei elogi, a sentire quanto lo amo. E lui nulla. Lui non ama. Lui non è capace. Due amiche che hanno avuto rapporti con lui mi fanno presente che ne sono uscite con le ossa rotte. Ma io sono più forte. Io ce la devo fare. Io sono la persona giusta. Viene una volta alla settimana a cenare accasa mia. Lo coccolo gli cucino le cose più buone. Cena, si fa l'amore e se ne va, torna a casa dalla moglie che non vuole lasciare. Lui non si degna neppure una volta di portare un fiore, un cioccolatino. Nulla. Tutto gli è dovuto. Dà meno sempre meno. Mai più una notte insieme. Tutto gli è dovuto. Arriva addirittura a dirmi che ha perso un altro pezzo di entusiasmo nei miei confronti. E poi cerca di riparare. Mi dice che la nostra è ormai abitudine, routine. Io ci resto male. E lui corregge il tiro. Dopo corregge il tiro, ma prima ferisce maledettamente. Inizio a soffrire di attacchi d'ansia. Inizio a respingere con la mente quest'uomo che mi fa male, che non mi concede nulla. Ma quando lui c'è io continuo ad adorarlo. Persino sessualmente prende e non dà più nulla. Un giorno, due mesi fa, trovo il coraggio di dirgli che lui mi smonta sempre, che io sto perdendo spontaneità. E lui cosa fa? Mi lascia. Sì mi lascia. Per un nonnulla. Un altro uomo avrebbe chiarito, avrebbe cercato di capire il mio malessere. Lui no. Sparisce. Sparisce per due mesi. Io ho alti e bassi. Provo un senso di liberazione e al tempo stesso sento ancora un attaccamento disperato verso di lui. Un bisogno di lui che non conosce eguali. E' come se sulla faccia della terra non esistesse un altro simile a lui. Qualche giorno fa il mio compleanno. Non mi fa gli auguri. Mi contatta con un messaggio su fb dopo due giorni, dicendomi che è stato malissimo per non avermi fatto gli auguri nel giorno del mio compleanno; che anche i fatti non lo dimostrano lui ci tiene molto a me; che l'unica cosa che non può finire mai è il bene che ci vogliamo. Io rispondo con due righe. Lui mi scrive ancora un messaggio, ma io non gli rispondo più. Mi sono cancellata da fb, ho cancellato dal telefonino il suo numero, lo voglio cancellare dalla mia vita. E' difficile. Ma è una scommessa con me stessa. Quest'uomo ha un potere distruttivo con sè stesso (soffre di depressione, di periodi di isolamento e altri in cui si butta compulsivamente nel sesso con donne diverse, donne che illude, vittime; dice di avere una doppia personalità, una buona e una cattiva, dipende dalle chat)e nel frattempo distrugge emotivamente chi ha intorno. Lui "soffre" e non riesce a spiegare a sè stesso i suoi fallimenti sentimentali. Io so solo quanto mi ha fatto male e quanto gli ho permesso di farmi tutto questo male. Soltanto io ho il potere di fermarlo, di impedirgli di farmi soffrire ancora. Lui va per la sua strada che non so dove lo porterà. Nell'immediato, sicuramente, verso la prossima vittima. Ma questa, non voglio essere io.

    RispondiElimina
  61. Cambiamo pianeta. lanciamo un appello, cloniamo l' uomo ideale. Ma se perseveriamo con un narcisista, è solo colpa nostra... meglio sole, costa meno

    RispondiElimina
  62. Salve a tutti voi che come me avete avuto a che fare con una BESTIA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Il dolore che provocano tali individui,è devastante
    ti plagiano come nelle sette religiose,sto malissimo ed è poco anzi un eufemismo,l'unico modo per distrugggere questi mostri e aspettare che il karma faccia il suo corso,o addirittura l'eliminazione fisica,son dei bastardi senza eguali e quando credi che finalmente abbian finito di farti male,eccoli dinuovo li'a distruggerti.Io da questo satana ho dovuto per forza ribellarmi ad un rapporto invivibile e disumano!AIUTIAMOCI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!UN SALUTO DA BAMBY

    RispondiElimina
  63. Anche a me è capitato di imbattermi in un Narcisista, solo che LUI per 9 mesi e dico 9 mesi, ha fatto il suo gioco, ma non è mai arrivato al dunque.Per essere più precise non è mai venuto a letto con me, all'inizio qualche bacio sfuggente, ma mai un abbraccio, e a volte arrivava a tenermi i polsi! Poi ha alternato periodi di provocazione, sessuale ovviamente, a periosi di silenzio dove non rispondeva ai mie messaggi..mi diveva " devi dimagrire" " devi fare più palestra " e considerate che sono sottopeso!! poi sempre io "voglio" tu "devi" solo una sera si è lasciato andare ad un rapposto ovviamente unilaterale ( perchè in loro è insito l'egoismo e l'egocentrismo) ed ho "scoperto" dei suoi piccoli problemi sessuali. Da quel giorno io sono diventata la sua amica, da sottomettere che deve fare le cose che indica lui...non sto a spiegarvi tutte le cose che mi ha detto, ma ora per fortuna ho capito, che è malato!! ma la colpa è anche nostra, perchè come qualcuno ha detto , se ci amassimo veramente non permetteremo a nessuno di trattarci così, ci nascondiamo dietro la scusa del rompicapo , come è stato per me , che volevo capire perchè lui si comportasse così dimenticando di concentrarmi invece su me stessa, già il fatto che sono su questo sito la fà capire lunga sul fatto di quanto ancora io sia concentrata su di lui! però ora basta, non potete fare nulla se non una cosa , SALVARVI!!

    RispondiElimina
  64. Anch'io mi sto leccando le ferite dopo una relazione durata quasi 3 anni con un narciso o almeno con un uomo con queste caratteristiche...il primo periodo esaltante, subito ci vedevamo tutti i giorni o a casa mia o a casa sua...poi siamo andati a vivere insieme...non l'avessi mai fatto, ha smesso di lavorare e ogni lavoro non andava bene...mille discorsi fatti per farlo ragionare ma i suoi principali interessi erano la barca e sua madre...donna subdola e gelosissima del figlio...può vivere di rendita ma io non ho mai visto un soldo in più...non vi dico le umiliazioni subite in questi anni...messa in ridicolo agli occhi degli altri poi per un periodo mi ha detto che non mi amava più...e se ne andava ed io a mettermi in disussione ad implorarlo di tornare...finchè una sera ho detto basta dopo l'ennesima bugia e me ne sono andata dicendogli che per lui io ero morta... ed io non l' ho più cercato se non per andarmi a prendere la mia roba che lui mi aveva preparato e impacchettato in garage...non facendomi nemmeno più vedere la cagnolina...ho sofferto e penso ancora a lui, ma questi uomini sono aridi e nulla fanno se non per il loro interesse e resoconto personale...ma che ci facciamo di uomini così...meglio stare sole e vivere!

    RispondiElimina
  65. stessa storia. dopo quasi quattro anni e tante ulimiazioni, mi dice serafico che è arrivato il momento di avere ogniuno la sua vita e di restare amici, perchè lui ha bisogno di frequentare tante donne e io sono troppo gelosa. però devo restare a disposizione perchè sono l'unica di cui si fida e quindi senza abiettare esaudire i suoi bisogni e desideri. COL CAVOLO !!!! MA VAFF...... questa è stata la mia risposta. ora non ci parliamo, lui ha rabbia e odio verso di me....ma ho versato talmente tante lacrime che veramente chi se ne frega di quello che prova e come sta. la sua ex ancora spera di tornare con lui e gli porta i cornetti la domenica mattina. CHE SCEMA !!! dopo 10 anni non ha ancora capito che animale è. d'altra parte è veramente limitata.....stanno bene insieme. io credo di amare la sua anima, la sua essenza, non la persona che è...... ci incontreremo nella prossima vita.... un messaggio per tutte, sono incurabili, l'unica soluzione è scappare e dimenticare le poche cose belle vissute insieme perchè sono false..... ce la possiamo fare....

    RispondiElimina
  66. Salve a tutti,
    ho sposato un narciso...non è solo il titolo del libro della Talfener ma è ciò che ho potuto constatare in questi mesi di matrimonio. troppe volte nel fidanzamento ho lasciato correre il suo comportamento strano ma solo da dopo sposati ho capito di avere un amarito narcisa e una suocera ancora più manipolatrice che si avvale del fatto che è sola e vodava per raggirarsi i figli ed in modo particolare mio marito. Vorrei fare qualche tentativo di recupero prima di lasciarlo ma lui è un muro continua a ripetermi che io sono il problema aiuto come posso fare? e soprattutto perchè ho scleto lui?

    RispondiElimina
  67. GALINA

    ANCHE IO FACCIO PARTE DEL GRUPPO DELLE"AMMALIATE"DA UN UOMO FORTEMENTE NARCISISTA...MI SENTO COME UN' ALCOOLISTA CHE RACCONTA LA SUA STORIA DI DIPENDENZA DAVANTI AD UNA PLATEA DELL'ANONIMA ALCOOLISTI!
    SI PERCHÈ È UNA DIPENDENZA PSICOLOGICA QUELLA CHE PERMETTE UNA RELAZIONE CON UN UOMO COSÌ,NESSUNA DIFFERENZA CON LA DIPENDENZA DA UNA SOSTANZA ALCOOLICA O STUPEFACENTE.NESSUN ESSERE,PER NESSUN MOTIVO AL MONDO,POTREBBE PERMETTERSI TUTTI GLI ATTEGGIAMENTI,LE PROVOCAZIONI,LE UMILIAZIONI,LE ASSENZE,LE MESSE AL MURO CHE QUESTI INDIVIDUI ESERCITANO SULLA PROPRIA COMPAGNA.
    HO AMATO PER QUASI CINQUE ANNI CON TUTTA ME STESSA,CON TUTTO IL TRASPORTO POSSIBILE QUEST'UOMO CHE MI AVEVA AMMALIATA IN UN MOMENTO TERRIBILE DELLA MIA VITA E CHE CREDEVO FOSSE STATA LA COSA PIÙ BELLA CHE MI FOSSE CAPITATA....SI È RIVELATO UN BOOMERANG DI DOLORE E UMILIAZIONI CHE CON LE PAROLE NON HO CAPACITÀ DI DESCRIVERE.LEGGERE LE ESPERIENZE DEGLI ALTRI DA SOLO DIGNITÀ AL MIO DOLORE E SOPRATTUTTO ALLA MIA PERSONA,PERCHÈ CAPISCO CHE QUELLO CHE È CAPITATO A ME È FRUTTO DI UNA MALATTIA DI UN ESSERE CHE HA ATTECCHITO IN UNA MIA DEBOLEZZA "IL BISOGNO D'AMORE"!
    SPERO SOLO CHE TRA ALCUNI ANNI RILEGGENDO QUESTE RIGHE POTRÒ RIUSCIRE AD ESSERE DISTACCATA.OGGI SOFFRO MA SO CHE NON MI GIRERÒ PIÙ A CERCARLO NE VORRÒ MAI PIÙ AVERE NULLA A CHE FARE CON UN MOSTRO DEL GENERE.
    ....FINALMENTE MI SONO LIBERATA MA È STATA DURA!!
    SCARICATO, OGGI 24 FEBBRAIO 2012

    RispondiElimina
  68. Salve,
    siamo la redazione di Uniroma TV, visti i contenuti del vostro blog vi segnaliamo il nostro servizio sugli uomini narcisisti.
    Al seguente link il nostro servizio: http://www.uniroma.tv/?id=20698

    Buona giornata,
    a presto!

    RispondiElimina
  69. Mi sono innamorata perdutamente anke io di un narcisista. Mi ha demolita, sminuita e devo impuntarmi x uscirne.
    Non so questi soggetti chi si credono di essere, so soltanto che sono dei maledetti mostri da allontanare dalla nostra vita! Ragazze, forza!!! Nn molliamo!!! :)

    RispondiElimina
  70. Ciao a tutti,

    ma quante siamo?
    Che danni che fanno!!
    Ovviamente ci sono cascata anche io....per di piu in una relazione extra coniugale...anche lui sposato...devastante ...umiliante...degradante!! Persone infime che nessuna donna dovrebbe toccare neanche con un guanto e invece sono dei serpenti che si insinuano prepotentemente e subdolamente in quelle ferite nascoste. Ferite di cui sentono l odore a distanza e vogliono riaprirle squarciarle e dopo che hanno divorato tutto vanno via come bisce.
    Si insinuano nel non risolto con l'ingordigia di un vampiro come se succhiare il sangue a te leviasse le loro pene.
    Piu sangue hai e piu ne vogliono...perche per loro non è mai abbastanza.
    Eh no caro mio bel narcisista io ho avuto i miei problemi e mi ci son voluti 4 anni di psicoterapia freudiana per mettermi in piedi e camminare. Mi hai colto in un momento di debolezza, sei stato bravo, hai ravanato nelle mie ferite ma ora basta perchè quello è un luogo dove a nessuno è permesso entrare soprattutto se è per devastarle. Ti ho fatto entrare o meglio sei entrato senza che me ne accorgessi ma ora ti accompagno alla porta!

    RispondiElimina
  71. mah....................se sono quì oggi c'è un motivo....il mio ex...non sò spiegarmi, il perchè di alcuni atteggiamenti che continuano dopo un anno che oltretutto mi ha lasciato....
    e sono capitata quì....
    ciò mi fà pensare.

    RispondiElimina
  72. Ho avuto una relazione clandestina durata 4anni con uno di loro,all'Inizio un paradiso corteggiamento spasmodico poi la situazione diventava sempre piu' patologica, credevo che tutto fosse imputabile alla situazione nn felice in quanto la sua convivente era troppo gelosa e gli lasciava poco spazio e liberta'. Ma i conti nn tornavano, improvvise assenze, colpevolizzazioni assurde ad ogni mia recriminazione,era diventato uno stillicidio ogni giorno nn sapevo quale sarebbe stato il dolore che mi avrebbe inflitto.Inoltre aveva talmente tanta sicurezza di se da credere di potermi accantonare e riprendere quando voleva lui.MA tira tira la corda si spezza, un giorno mi disse di aver messo fuori casa la sua convivente e di aver finalmente deciso di lasciarla.QUesto tira e molla e' durato una settimana, la domenica mi dice sta venendo a prendersi i vestiti.Sapete come e' andata a finire si e'rimesso insieme e si e' premurato di dirmi che ci aveva pure fatto sesso.Non ci ho visto piu', gli ho detto che nn avrei fatto a vita la comparsa e l'ho mollato da 4 mesi.Mi ha ricercata ma senza il minimo pentimento per lui dovevamo continuare la relazione con gli stessi pressupposti di prima , nn ho voluto e l'ho mandato al diavolo

    RispondiElimina
  73. a me sembra che la maggior parte delle donne compromesse con un narcisista abbiano l'idea che l'uomo debba dare loro attenzioni e farle sentire speciali ...
    Ma questo è un loro problema di autostima e incontrano il narcisista proprio per risolvere questa loro problematica.
    Non sta all'uomo far sentire speciale la donna , ma a se stessa avere una propria autostima

    RispondiElimina
  74. anch'io ci sono passata 2 volte...credevo di riconoscerli ed invece rieccomi per la 3^ volta..sono io masochista? Stavolta il seduttore è un prete...già un prete!!!! Quindi come si fa a non fidarsi di un prete gentile, dolce...forse che si sia pentito mi chiedo..? E' un uomo anche lui dopotutto..ed ecco che riconosco le sue tecniche seduttive con altre ragazze..anche lui un narcisista, un seduttore seriale...

    RispondiElimina
  75. 4 anni con un narciso. Non un narciso qualsiasi ma un uomo di 43 anni , che non nascondeva neanke di esserlo,dunque spiccatamente egoista,tenacemente attaccato alla bellezza fisica,tombeur de femmes,passionale,autoironico,solare e continuamente alla ricerca di "conferme" su di se..su quanto era "fighissimo"...bello,simpatico..insomma...NARCISO...non solo di nome.Di fatto. Sposato,la sua casa e la sua famiglia erano la sua "boa"...sua moglie era "il punto fermo"...la sua vita era ed è "una continua ricerca",oggi dopo 4 anni ..purtroppo 4 anni di "amante"...in cui me ne ha fatte cosi tante che neanche un libro di fantascienza reggerebbe il confronto , oggi..solo oggi..i pezzetti del puzzle sono ritornati ad incastrarsi perfettamente e a darmi purtroppo l immagine ke nn volevo vedere...il Pazzo..il Narciso..insomma la patologia perchè è di questo che si parla.Mi guardo allo specchio e mi rendo conto che se è durata 4 anni era perchè non è mai riuscito a "distruggermi" o a "succhiare la mia energia" come trav l'altro tranquillamente affermava anche da solo. Era un mollarmi a scadenza precisa..prima mensile poi settimanale...per poi tornare e verificare a che punto di "cottura" stavo.Ed io li...ormai consia di questo "sadico gioco"..gli aprivo la porta sorridendo,sempre splendida e raggiante,curatissima...sempre li..a studiare e cercare di capire,quale sarebbe stata la sua prossima mossa.Lo spiazzavo...ecco perchè è durata tanto...ma tutto qui.La sua vita continuava...poichè non sono capaci di provare vere e concrete emozioni.La sua vita continuava , le sue messe in scena pure , le sue recitazioni diventavano copioni ripetitivi gia sentiti già capiti...ecc ecc. E la mia di vita ?...Ho cercato un suo punto debole e ho trovato invece il mio. Non è vero che non si può guarire o che ci si sente distrutte dal dolore. E se sono io a dirvi queste cose,credetemi,potete fidarvi. Come mi disse un amica che non finirò mai di abbracciare e ringraziare..."Bisogna chiudere i cicli. Non per orgoglio , per incapacità o per superbia....semplicemente perchè quella determinata cosa esula ormai dalla tua vita. Chiudi la porta , cambia la musica , rimuovi la polvere,pulisci la casa. Smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei" P.Choelo.
    LA FORZA è DONNA.

    RispondiElimina
  76. categorie.anche lui parla di rigidita' degli altri e della sua estrema apertura,dell' essere avanti su alcuni aspetti della vita.sarcasmo fuga incapacita' a confrontarsi su un piano di profondita' nonostante il dolore che provoca negli altri.il dolore degli altri lo lascia indifferente.getta discredito su persone come su tutti gli psicologi che hanno tentato di aiutarmi.ovviamente non ha rispetto e fiducia nella psicologia e ha rifiutato una terapia ma ci ha spedito me, e persino manipola il messaggio di Dio se è credente...a modo suo.solo fuga e scherno.non caderci tu che sei in tempo io ho perso tutto famiglia e salute.

    RispondiElimina
  77. Signore mie vi do un consiglio, cercate in primis i mostri dentro di voi poichè si entra in risonanza sempre con ciò che si è.

    Psicoterapeuta

    RispondiElimina
  78. Ciao,cercavo riscontri in giro sul web... Io ho conosciuto un personaggio che sembra avere tutte le caratteristiche del narcisismo... Mi ha voluto a tutti i costi,nonostante i miei rifiuti iniziali,per tanti motivi;ma lui era sempre lì,che soffriva a causa del mio essere sfuggente ,mi accusava del fatto che lui era coinvolto e a me non fregava nulla,mi faceva già sentire in colpa,nonostante non fossimo ancora usciti da soli. Un giorno mi decido ad uscire,iniziamo a frequentarci almeno una volta a settimana stiamo insieme.. e pian piano noto che il suo entusiasmo inizia a scemare,quei miei piccoli difettucci che tanto gli piacevano,iniziano a dargli fastidio,inizia a vedere anche qualche difetto fisico che pensa bene di sbattermi in faccia senza un minimo di tatto. Io penso che sia cambiato ma credo che all'inizio sia normale aver paura di legarsi.. Ma dopo un mese e mezzo circa chiedo un chiarimento. Lui si giustifica dicendo che ha lo stesso entusiasmo ma ha problemi economici e di salute e non può essere simpatico e brillante come all'inizio. Ma se io non posso starti a fianco a causa dei suoi problemi,che ruolo ho nella sua vita? Allora seppur a malincuore ho preso la decisione di non rispondergli più e cancellare il suo numero. Mi manca tantissimo,ma mi mancava anche nei momenti in cui ci sentivamo

    RispondiElimina
  79. ti massacrano e quando ci sono riusciti sono contenti...... nel mio caso la madre era the number one ............ diceva di essere l'unica donna di suo figlio.............. della serie se lo tenga pure, dopo sette mesi stò uscendo dal tunnel. Sono veri killer. Diffidate da quei modi atipici di agire............

    RispondiElimina
  80. non so se invecchieranno soli e tristi dentro di sé comq avete scritto... in fin dei conti sono appagati dalla vita di manager di successo, donnaioli, carismatici, solari all'apparenza... e il cuore di ghiaccio... sentiranno nel fondo del loro cuore la solitudine, per davvero???? auguro al mio ex narcisista di trovarsi presto un'altra vittim più stabile, così che si dimentichi un po' di me...secondo voi è una soluzione che funziona?

    RispondiElimina
  81. ahhahahah grande wiska :)

    RispondiElimina
  82. Oh..per errore ho cancellato. Dicevo che c'è un uomo per cui ho avuto uno strabiliante e travolgente colpo di fulmine, una breve relazione non fisica, ora lui è tornato single dopo un anno di relazione con un'altra (relazione che mi ha sempre sbattuto sadicamente sotto il naso)...ma io NON mi sono mostrata di nuovo innamorata di lui. Allora sta calcando la mano pesantemente, sottolinea ad ogni momento che io sono una collega come gli altri, anzi, ora sono pure peggio perchè sarei pure manipolatrice (mentre prima ero la migliore di tutti), insomma, ho l'impressione che stia cercando di trovare il modo per dimostrare che può ancora influire emotivamente su di me.
    Mi preoccupa il fatto che mi hanno riferito che apre abbia raccontato ad un altro collega che io, durante le ferie, gli abbia mandato 200 messaggi. A parte il fatto che, se si trattasse di SMS, sicuramente non sprecherei tanti soldi in messaggini (non sono un'adolescente e tengo famiglia), io gli ho mandato in realtà solo un'unica mail sull'indirizzo di lavoro con allegata una foto del posto dove sono andata a mo' di banalissima cartolina di saluti. E l'ho fatto dopo essere tornata dalle ferie, ma questo credo che lui non lo abbia capito. Mi sto chiedendo perciò se non ci sia il rischio che sia pure mitomane. Un narciso deluso (perchè non riesce più a colpire) può diventare pericoloso? Sì, se racconta balle in giro. Fortunatamente, nell'ambiente di lavoro è già ben noto come soggetto difficile.

    RispondiElimina
  83. Minchia quanto siete sfigate!!!
    Cercate negli altri le vostre mancanze.

    RispondiElimina
  84. Come vi capisco.
    Era mio cliente da svariati anni, uscivamo a mangiare la pizza sporadicamnte, perchè vive all'estero, poi un adichiarazione d'amore.
    Incontri, io lavoravo gratis per lui, per le sue mille cause intentate contro una moltitudine di persone, contratti, lettere, favori vari, tutto gratis.
    Questo Natale vado da lui, cucino, lavo, pulisco mai un grazie. Ritorno in Italia, solo critiche, solo commissioni dasvolgere per lui, ometto alcuni righi in una lettera, scoppia il finimondo.
    Viene i Italia, per una settimana, ci vediamoquando dice lui, io non posso lavorare (gratis) per lui quel giorno, chiude il telefono,non mi risponde per giorni, ritorna a casa sua senza nemmeno salutarmi.
    chiedo spiegazioni, ha ragione lui.
    Ho chiuso con lui, povo pena, ma è uno stupido arrogante, pieno di se, ignorante come una capra, arricchitosi nella Svizzera ricca, ma sotto sotto un gran cafone borioso immotivatamente.

    RispondiElimina
  85. Certo che noi donne, ci impegnamo a farci del male, io ho frequentato un narcisista per un annetto, ma solo negli ultimi mesi abbiamo vissuto una "relazione", ho capito che qualcosa non andata come avrebbe dovuto e gli ho chiesto chiarimenti, all'inizio ha svicolato, ma un mesetto fa ha ammesso di aver "problemi con le relazioni di coppia".....dopo è sparito, io non l'ho più chiamato e lui non telefona......dopo tante ansie e tensioni, vivo questo periodo con serenità, mi sento finalmente di nuovo libera di respirare e vivere......MOLLATELI, non daranno mai nulla se non tanta sofferenza in cambio di pochissimi momenti di passione.
    Sono loro quelli sbagliati, quelli franati dentro e quindi non c'è speranza di un futuro insieme.....Bisogna volersi bene, a me è servito molto leggere sul web le caratteristiche di questi squinternati, ma mi ha fatto molto male leggere di quante donne si sono fatte distruggere da queste nullità affettive. Chiedete aiuto e uscite da quelle storie malate. Un abbraccio a tutte

    RispondiElimina
  86. Ciao,
    sono un maschietto e scusate la mia intrusione ma ho perso, ormai quasi 10 mesi fa...non mi viene da dire ''ragazza'' o ''fidanzata'' ma PERSONA con la quale sono stato meglio in tutta la mia giovane vita (ho 24 anni).
    Scrivo perchè nei problemi e nelle mancanze che mi sono riconosciuto nel rapporto con questa ragazza vedo molti tratti che sembrano tipici del narcisismo: l'incapacità di sentir CHIARO l'affetto e l'emozione, difficoltà nel creare empatia VERA, difficoltà quando la relazione poteva portarmi qualcosa di nuovo e di costruttivo e difficoltà nel portare qualcosa di costruttivo a lei...
    Alcune delle domande che vi siete poste durante le vostre storie con questi Narcisi me le sono sentite fare anch'io, domande come: ''E io dove sono nel rapporto? Ma fai tutto da solo?''.
    Però quando me lo sentivo dire non scaricavo nulla su di lei, non la criticavo attribuendole la colpa di situazioni che ''colpa'' non hanno. Anzi, il rendermi conto che lei non sentiva ''partecipato'' il rapporto o che mi sentiva distante, mi faceva stare molto male...e pensavo che la causa fosse, non lei, ma il fatto che io per primo avevo difficoltà a sentirmi vicino a lei e mentalmente libero, cosa che invece desideravo tantissimo sia da parte mia che da parte sua.
    A rivedermi, queste cose mi fanno sentire di essere stato ''narcisista'' ma in alcune cose del tipo: distruggere la partner o sminuirla non mi ci rivedo prorpio...anzi forse ho fatto il contrario contribuendo lo stesso alla mancanza di aderenza alle cose reali...
    Cercare di cambiare non è facile e soprattutto ho paura che ormai possa non servire più a riavvicinare questa persona a cui ho tenuto tantissimo e con cui ora addirittura non mi sento più...alla fine mi sono sentito INCAPACE di amarla.
    Dopo esserci lasciati (la decisione l'ha presa lei) sono andato più volte nei mesi sotto casa sua con la macchina, solo nella speranza di vederla anche solo affacciata al balcone ma senza mai cercare un contatto...stavo attento a non farmi vedere per non spaventarla ma il solo stare lì e sentirla vicina mi faceva sentire meglio.
    Mi chiedo se potrei aver provocato in lei le stesse cose di cui parlate voi ragazze qui, anche se sarebbero state provocate con atteggiamenti leggermente diversi (e SPERO non così distruttivi) e se questo sia stato perchè anch'io, in fondo, potrei aver avuto problemi legati al narcisismo.

    mary ti voglio bene sempre

    RispondiElimina
  87. ragazze io sto scrivendo un libro su un tipo simile,mi ha rotto le palle per un anno,insultata duramente ma io non ci sono stata.vi dico solo che dopo una vacanza che si è fatto ovviamente da solo è tornato da me dicendo che lui era il mio padrone:ahahah che sfigato...uomo di 41 anni io 31 ma vi rendete conto che persone girano.Io mi occupo di arte terapia e mi ero fatta un quadro della sua personalità in soli 3 giorni.Ho portato avanti la cosa perchè stò lavorando sul mio bisogno e lui è stato meraviglioso nel propirre il dramma del mio passato.Io lo ringrazio perchè attraverso lui mi sono capita.

    RispondiElimina
  88. Non è un fatto di autostima, nel senso all'inizio lui si presenta in modo estremamente positivo ed in questo modo avvicina la persona. Le carenze emergono gradualmente dopo che è avvenuta la conquista. Ma non sono mai totalizzanti, si alternano..ovvero un giorno è compiacente e amorevole, il giorno successivo invece è strano, distante, nega ciò che ha detto..etc. Il ragionamento che scatta nella donna è "sarà un momento di paura, avrò fatto qualcosa di male, cos'è successo?" e a quel punto lei cerca il dialogo ma lui non lo accetta. Ci vuole molto tempo per capire chi si ha davanti e la parte compiacente è davvero molto fascinosa e soprattutto nella donna per tanto tempo persiste la speranza di minimizzare i momenti no e potenziare i positivi. Sono persone intelligenti e per questo affascinano, nel compiacimento sanno coinvolgere...a tal punto da spingere la donna a pensare "talvolta è strano, forse è il prezzo da pagare per tanta perfezione". L'autostima emerge quando ci rendiamo veramente conto che il lato "compiacente" è fatto appositamente per ammaliarci ma in realtà non esiste, non c'è, è solo un modo per conquistarci. A quel punto la santa autostima ci salva e scappiamo a gambe levate:)

    RispondiElimina
  89. Eh ciao a tutti...Dopo tanto leggere ed informarmi su questa patologia credo di essere stata tre anni con un narciso.Lui fin da subito mi disse che non voleva famiglia e legarsi più di tanto,abitiamo vicini quindi io leggera uscita da una storia di due anni mi metto a frequentarlo.Lui é un quarantenne colto dinamico simpatico,io più casalinga,materna,dolce e paziente .Questa combinazione dura tre anni,ma fin da subito notavo note stonate.Reagiva male e in maniera esagerata a battute simpatiche,permaloso e puff!!fughe all'inizio di due o tre gg lasciandomi spiazzata poi come se niente fosse tornava con piccoli passi:mazzolino di fiori,un pranzetto,un caffè....E io piano piano mi stavo affezionando credendo fossero lati del suo carattere(segno dei pesci)non perché creda nell'oroscopo,ma perché molti sono così.Finché mantenevo il mio equilibrio di 'si ci vediamo ,ma alle...'oppure gestivo parallelamente la mia vita era sempre nel corteggiamento fino a diventare possessivo voleva venire con me dal parrucchiere a fare la spesa,un imporsi senza chiedere...Poi io dopo notti insieme ,colazioni e vita quotidiana mi affeziono....Ed ecco che cambia qualcosa é lui a decidere tutto...Cosa mangiare,quando vedermi,cosa dirmi:insulti se mettevo i piatti di carta,se la sveglia era rumorosa,le padelle non lavate bene,che ero una qualunquista...Tutte frasi esagerate rispetto agli eventi e mosse da una rabbia che mi spaventava.Mi lasció un sacco di volte ,ci incontravamo al bar lui indifferente io abbacchiata con kili in meno ,non mangiavo dallo shock e dalla violenza emotiva.Ero succube.Mi sembravo morta e credevo alla fine che aveva ragione a dirmi quelle cose che solo lui poteva tenermi...Mi diceva 'rimarrai sola tutta la vita chi ti prende oltre me'!.Credetemi l'ho amato tanto,nei suoi momenti di calma era un tesoro,ci divertivamo e quando mi teneva stretta mi scioglievo.Ma erz un gioco carota e bastone troppo duro per avere un po'd'amore.Finché a Giugno litighiamo mi dice che mi ama,ma vede che voglio di più ,io gli dico che mi sento trascurata,che non mi as colta mai prende solo i miei momenti belli ,lui mi risponde di sparire dalla sua vita che non mi sopporta più! quindi sparisce.Così depressa accetto l'invito di un amico-corteggiatore andiamo a mangiar fuori vicino casa e dopo mi bacia.Il narciso mi ha vista o gliel'hanno riferito perché dopo tre gg lo incontro e lui mi dice freddo'vai con lui e dimenticami'.io provai a spiegargli chi fosse,che mi ci ha spinta lui da qualcun altro,che ho bisogno di sentirmi donna etc...nulla.Sparito un mese.Nel mio delirio a un mese e mezzo gli mando messaggi concilianti,che cmq mi manca che se l'ho ferito mi dispiace,se si può avere un rapporto civile abitando vicini...che cmq lo amo.Lui freddo mi risponde che non vuole una donna sola,che devo andare per la mia strada,ma non ha risposto alla domanda se mi ama.Io so che é sbagliato,ma come fa uno a dire ti amo un giorno e poi pur sapendo che non mi ha mai dato il Paradiso reagisce con questa freddezza senza aver cura dei miei sentimenti,poteva rispondere con più dolcezza perché alla fine la mia uscita con quell'altro era un modo per respirare un po'.Come si fa a dirmi pochi mesi fa'ti starò vicino per sempre'sapendo sono figlia unica e poi buttarmi nella spazzatura e chiudere tutto.É narcisismo?É tirchio,superbo,cervellotico,egoista,burbero.Ma lo amavo.Se riuscissi a farmi scattare in testa che é lui che ha il problema e non io che a detta sua devo farmi curare,potrebbe calarmi,con l'ossessione che ho di lui perché per me era un appoggio,una presenza quotidiana e soffro l'abbandono.Devo ripartire da me.Se torna sarò più forte perché non lo sto più cercando.

    RispondiElimina
  90. Ho 15 anni, mio padre è narcisista e da qualche tempo ho iniziato una strana relazione con un 18enne uguale. Me ne sto rendendo conto solo ora.
    So che penserete io sia ancora una bambina immatura, ma dopo tutto ciò che ho passato in famiglia, cadere nuovamente vittima del meccanismo di un narcisista mi sta distruggendo...
    Sempre disponibile, interessato, a dir poco perfetto. Il tipo di ragazzo che difficilmente incontri. Mi ascoltava, anche quando stavo in silenzio, quando non dicevo nulla dei miei problemi per non passare per quella che si lamenta sempre. Mi diceva che mi avrebbe aiutata a superare il passato, che voleva salvarmi, che lui c'era.
    Diceva che ero come una sorella per lui, però si comportava come si sarebbe comportato con la sua ragazza, mi baciava eccetera. Andava con tutte le ragazze disponibili e poi mi diceva che loro erano solo per divertimento, mentre io ero quella che amava, e poi io ero sua sorella, mica la sua ragazza, perché avrei dovuto starci male? Non gli ho mai imposto di non frequentare altre o di non portarsele a letto, ma gli ho detto che io non sono come quelle, e che quindi evitasse di avere questo atteggiamento con me. Non ha mai smesso.
    Ho provato tante volte ad andarmene, ma mi diceva che ci teneva, che senza me non poteva stare. Sono stata l'unica a cui ha portato a casa un regalo dalla vacanza, l'unica davanti a cui si è inginocchiato, sottolineando: "Sai com'è il mio carattere e che non lo farei mai". Tra restare e soffrire, e andaremene e far soffrire lui, ho sempre scelto la prima.
    Ora sono in vacanza, lontano da casa. Ne ho parlato con mia madre che ovviamente aveva percepito il mio strano e sospetto silenzio. Mi ha detto di fuggire finché sono in tempo. L'ho bloccato su WhatsApp e ha scritto a diverse persone per sapere di me, ma non mi ha mai contattata in altri modi. Spesso sono tentata di sbloccarlo per sentirmi dire che andrà tutto bene, come fa sempre quando me ne vado.
    Non so cosa aspettarmi quando tornerò. I miei genitori mi hanno proibito di farlo entrare in casa o di incontrarlo da sola. Riuscirò a non farmi ammaliare e non pensare: "Ci tiene, non posso abbandonarlo"? Ho paura che se fossi veramente quella a cui tiene e me ne andassi, diverrebbe ancor più cinico con le altre.
    Immagino pensiate che io sia solo una bimba che sta avendo le sue prime esperienze, beh è probabile, ma ciò non toglie che mi stia facendo distruggere dalla dipendenza affettiva...

    Auguro a tutti coloro che si trovano ad affrontare la dipendenza da un narcisista di superarla e ritrovare sé stessi. Nulla è impossibile e siamo stati creati per farcela da soli.
    Un abbraccio, B.

    RispondiElimina
  91. Ah e dimenticavo la cosa più importante, ha un ego spropositato, è arrogante e accetta solo coloro che lo amano... quindi sono sicura del suo narcisismo, proprio perché lo riconosco in mio padre.

    RispondiElimina
  92. Non bisogna sopportare nulla. Dobbiamo essere in grado di capire cosa è accettabile e cosa no in un rapporto.
    E imparare a stare da soli. Anche se sono tanti anni che siamo in un rapporto soffocante, anche se ci sono problemi materiali, economici.. non sacrifichiamo mai la nostra felicità. E anche se ci sono figli.
    Non abbiate paura di quel che pensa la gente, andate avanti a testa alta e rispondete che non si può giudicare una data situazione se non la si vive.
    Coraggio, mi rivolgo soprattutto alle donne che devono dire no alla violenza, sia a quella fisica che a quella psicologica.

    RispondiElimina
  93. Premetto di trovarmi in una realtà geografica/culturale nuova da quasi un anno,mentre le persone di cui parlerò ne fanno parte già da 10.Siamo tutti e 3 coetanei sui 30.Lui, amico del mio"ex"(breve conoscenza sfumata),siamo tutti colleghi in campo artistico.Entro in contatto diretto con lui 2 settimane dopo aver chiuso con l'altro(era chiusa da prima in realtà):il suo amico neanche sapeva se stessimo davvero insieme.Specifico anche che loro due son asiatici (ma entrambi trapiantati in USA da 10 anni).Agli inizi l'uomo perfetto:esteticamente non tanto,ma mi prendeva il suo carisma,ero attratta dai suoi molteplici interessi e sentivo un'attrazione fisica.In più ci sapeva fare,pienissimo di attenzioni e premure nei miei confronti,voleva incontrarmi ogni giorno,mi scriveva a tutte le ore,voleva condividere ogni cosa delle sue giornate:sentivo che era speciale(e diverso dal suo amico,o presunto tale..).Ben presto invece il suo vero volto emerge.Infastidita dal fatto che anche in mia presenza fosse costantemente con il cellulare a mandare sms o controllare fb,glielo feci notare e lui finse di cambiar,commentando in modo sarcastico con un altro amico presente,ma l'abitudine restò.Considerando che le attenzioni e quei suoi modi iniziali scomparvero,tramutandosi in gelo sentimentale,assenza,contatto diretto inesistente(solo sms),tentai di farglielo notare e mi rispose"sono impegnatissimo"(vero,essendo freelancer era capitato che quando ci eravamo conosciuti fosse libero e dopo invece pienissimo di lavoro,ma il gelo sentimentale era troppo sospetto).Decisi quindi di dar una sbirciata alla sua posta privata:la sensazioni che mi arrivava era ormai quella di chi mi stava usando(dopo avermi presentata a tanti suoi amici e colleghi come la sua fidanzata).Scoprii che parlava molto bene di me ad una sua amica agli inizi della nostra conoscenza,ma già una settimana dopo era assorbito dal ritorno di una ragazza(non so se ex o migliore amica)che gli stava inviando segnali flirtanti e non aveva mai smesso di piacergli("l'unica che amo davvero").In parallelo anche altri flirt virtuali,donne approcciate in chat a cui dava appuntamenti per conoscerle dal vivo,o amiche a cui si rivolgeva in tono flirtante ricambiato.Nel frattempo,il modo in cui parlava di me alla sua amica si era trasformato in"fidanzata rompiscatole naive".Non ho potuto fare a meno di fuggir e,di fronte al suo sguardo terrorizzato da"oddio, che succede?",gli ho detto apertamente quello che sapevo.Ha negato insultandomi volgarmente e dandomi della pazza.Non posso cancellarlo da fb,siamo colleghi e ho capito quanto lui sia subdolo e abile nel colpire su più fronti.Gli ho inviato una email diplomatica "ho provato qualcosa di molto bello con te e davvero non avrei mai voluto finisse così",sono seguiti giochetti idioti per una settimana:uno smile via sms,e giorni dopo inviti a suoi eventi come se nulla fosse inserita nella newsletter degli ammiratori dell'artista..Ignorando il tutto(non lo smile a cui avevo risposto con "??" e ovviamente lui aveva negato) la sera dopo,una settimana dopo la mia email,lui mi ha risposto ringraziandomi per quelle parole e dicendomi che però dal momento in cui avevo sentito il bisogno di violar la sua privacy per avere risposte giungendo a conclusioni non vere,i sentimenti si erano modificati (neanche ha scritto"i miei sentimenti") quindi mi augurava il meglio per la vita.Gli ho risposto che ero felice di aver finalmente letto quello che pensava e che questa era la cosa migliore per entrambi.Non mi ha cancellata da fb,continua a pubblicare(in alcuni status fa ancora allusioni a me).Vorrei un consiglio,mi sento davvero scossa!E' stata una conoscenza breve,ma avevo persino detto alle mie amiche che finalmente sentivo di aver incontrato una persona simile al mio primissimo ex di 9 anni fa con cui avevo avuto una storia finita più che civilmente per altri motivi.Desidererei un contatto,anche solo artistico,perchè il suo mondo è molto affascinante

    RispondiElimina
  94. Qualcuno ancora segue questo blog? Qualcuno m dica se e riuscito a risolvere..sono tre anni che sto con un narcisista e nn so come staccarmi..aiuto!

    RispondiElimina
  95. con un narcisista vendicati per un po umiglialo anche se ci stai male, tieni duro poi dagli un taglio, gettagli le chiavi fuori dalla finestra io l'ho fatto e non mi sono pentita me ne sono liberata

    RispondiElimina
  96. Ho conosciuto anche io un narcisista:affascinante dentista, super firmato, porsche e naturalmente sposato. All' inizio si e' mostrato galante, attento, mille sms e complimenti. Si e' mostrato insicuro, chiedendomi rassicurazioni sulle sue performance erotiche e si e' dipinto come un martire, perseguitato dalle ex e con una moglie arpia.Ah ed ha anche rischiato di morire, cosi racconta....
    E' stato bravo ad abituarmi alle sue attenzioni e carinerie, poi dopo il nostro incontro e' diventato freddo e non mi ha quasi mai piu' cercata. Sono sempre io che lo cerco.Ho smesso di scrivergli due mesi fa, quando prima mi ha fatto capire che potevamo vederci e poi ha inventato delle scuse. Gli piace farsi desiderare e correre dietro ma gliela faro' pagare

    RispondiElimina
  97. Io vorrei sapere se lui è un narcisista. .

    RispondiElimina
  98. Ciao a tutti,
    Da due anni sono terrorizzata da parte di un narcisista,e non basta, uno che è innamorato di una prostituta cinese esaurita da una bruttezza storica..
    Sono caduta nella sua trappola in un momento della debolezza, e lui godeva la mia incapacità di togliermi, con le speranze deserte di cambiarlo..
    E arrivato anche per me il momento in cui ho presso la decisione di farlo fermare, anche se non è facile.. Il dolore della umiliazione e massacrante, però, peggio sarebbe a continuare di aspettare che succederà un miracole..
    Vi considero i miei amici,vi voglio bene a tutti ed ho bisogno di voi. Siete il mio gruppo che mi sostiene moralmente..
    Dobbiamo vincere!

    RispondiElimina